BlogDem
Facebook
Twitter
YouTube
Democratica, l'informazione del Partito Democratico
Novitá Settegiorni   Instagram
Partito Democratico Gruppo Consigliare Regione Lombardia
Home > Archivio > MOZIONE

Criticità del territorio del Comune di Mazzano (Bs) - moz

AMBIENTE »

 

 


Mozione 379

Il Consiglio Regionale

Visto:

la realizzazione di un progetto di delocalizzazione dei rifiuti in un nuovo sito in località ex cava Florio/Felce nel Comune di Mazzano (BS) da parte della ditta Portamb S.r.l. e preso atto della situazione di criticità ambientale caratterizzante il territorio del Comune di Mazzano e Comuni limitrofi;

Evidenziato che:

. un Comitato spontaneo apartitico, a cui aderivano Gruppi, Associazioni e liberi cittadini della zona raccoglieva in breve tempo migliaia di firme (oltre 12 000) in opposizione alla realizzazione del progetto, con ciò esprimendo un sentimento sociale diffuso;

.il territorio del Comune di Mazzano ospita, tra gli altri, siti ed insediamenti sensibili, quali una ex discarica di RSU in disuso, che abbisogna di bonifica, e la cementaria della società Italcementi;

.l’intera zona est della Provincia di Brescia, ove è collocato il Comune di Mazzano, appare particolarmente e significativamente pregiudicata sotto il profilo ambientale in senso lato;

.la qualità dell’aria, in particolare, anche secondo il più recente rapporto ARPA, appare compromessa;

.detta circostanza appare inconfutabile e documentata da fonti pubbliche, oltre che da un autorevole e recente studio commissionato dai Comuni di Mazzano e Rezzato in occasione del revamping della cementeria Italcementi.

Considerato che:

. le sopra espresse premesse e considerazioni, oltre a tutte quelle contenute nei menzionati atti, inducono alla profonda e motivata convinzione che il territorio e la popolazione del Comune di Mazzano, così come dei Comuni ad esso finitimi, non possono oggettivamente sopportare ulteriori insediamenti produttivi simili a quello di cui si discute;

alla luce di quanto sopra espresso

Impegna:

la Giunta Regionale:

.ad adottare tutti gli accorgimenti più opportuni al fine di evitare che tale situazione possa subire ulteriore peggioramento;

.assumere tutte le più opportune determinazioni e deliberazioni affinchè non vengano autorizzati insediamenti produttivi tali da aver comunque l’effetto di determinare un peggioramento delle matrici ambientali;

.promuovere ogni azione finalizzata al miglioramento di tali matrici ambientali, singolarmente e cumulativamente considerate.

Milano, 25 luglio 2012

Gianbattista Ferrari

Gian Antonio Girelli


Condividi questo articolo

Vedi anche:

Giunta Consiglio