BlogDem
Facebook
Twitter
YouTube
Democratica, l'informazione del Partito Democratico
Novitá Settegiorni   Instagram
Partito Democratico Gruppo Consigliare Regione Lombardia
Home > Archivio > INTERROGAZIONE

Utilizzo del munizionamento di piombo all'interno delle zps

AGRICOLTURA »

 

 


INTERROGAZIONE

con risposta scritta

Al Signor Presidente

del Consiglio regionale

OGGETTO: ZPS IT20B0501 - utilizzo del munizionamento di piombo all’interno delle zps

Premesso che:

La Direttiva CEE 2009/147 EX 79/409 istituisce le ZPS (Zone di Protezione Speciale) e che i successivi DPR 357/1997 e DM 184/2007 regolamentino l’attività venatoria all’interno di esse.

Considerate

le Dgr di Regione Lombardia n. 7884/2008 e n. 9275/2009 che vietano nelle ZPS l’utilizzo di munizionamento a pallini di piombo all’interno delle zone umide, quali laghi, stagni, paludi, acquitrini, lanche e lagune d’acqua dolce, salata, salmastra, nonché nel raggio di di 150 m dalle rive più esterne a partire dalla stagione venatoria 2008/2009;

la Dgr di Regione Lombardia n. 6648/2008 che classifica la ZPS IT20B0501 come tipologia Ambienti Fluviali e non Zona Umida e che il vincolo all’utilizzo del munizionamento scatta nelle zone umide e non su tutta la ZPS come invece avviene per quelle classificate come UMIDE;

Considerato che

il Calendario Venatorio Integrativo di Mantova come da decreto 12027 del 25/11/2010 della Direzione Generale Sistema Verdi e Paesaggio di Regione Lombardia ha imposto il divieto di utilizzo del munizionamento di piombo all’interno di tutta la ZPS IT20B0501 contrariamente a quanto avviene in altre province lombarde. Questo a seguito delle indicazioni del settore Ambiente della Provincia di Mantova che interpreta la norma in maniera difforme dalle altre province lombarde. Si citano ad esempio i calendari venatori delle provincie di Cremona e Brescia che nelle ZPS non classificate UMIDE applicano l’Art. 5 lettera D del D.M. 184 DEL 17/10/2007. Si evidenzia inoltre che la Direzione Generale Aree Verdi e Paesaggio di Regione Lombardia ha applicato per il Piano Faunistico della Provincia di Sondrio la norma escludendo dal divieto di utilizzo di piombo i calibri dal 7.5 al 12 all’esterno delle zone umide nel fondovalle a tutte le ZSC.

le innumerevoli richieste di adeguamento normativo presentate all’ufficio caccia della provincia di Mantova sono state sempre rifiutate ribadendo che la responsabilità del divieto di utilizzo del munizionamento di piombo all’interno della ZPS IT20B0501 è di Regione Lombardia;

Rilevato inoltre che

il munizionamento in acciaio, in sostituzione di quello di piombo, utilizzato sulle superfici dure, come nel caso in fattispecie, ha per le sue caratteristiche una propensione al rimbalzo molto elevata con traiettorie imprevedibili che possono causare ferimenti accidentali con conseguenze per l’incolumità delle persone.

Si interroga l’Assessore competente per sapere:

Se l’indicazione del divieto di munizionamento a pallini di piombo su tutta la ZPS IT20B0501 è frutto di una indicazione della Regione Lombardia o se invece viene da una indicazione degli uffici competenti della Provincia di Mantova. E nel caso fosse la prima ipotesi cosa ha spinto Regione Lombardia a trattare una ZPS Fluviale alla stregua di una ZPS UMIDA.

Se non ritiene opportuno intervenire per fare chiarezza sulla norma, nei confronti dell’ufficio caccia della Provincia di Mantova, al fine di avere su tutto il territorio della Lombardia un medesimo recepimento della norma;

Giovanni Pavesi

Milano, 2 ottobre 2012


Condividi questo articolo

Vedi anche:

Giunta Consiglio