BlogDem
Facebook
Twitter
YouTube
Democratica, l'informazione del Partito Democratico
Novitá Settegiorni   Instagram
Partito Democratico Gruppo Consigliare Regione Lombardia
Home > Archivio > COMUNICATO STAMPA

Sostituire il primario di oncologia medica all'Ospedale di Mantova è una priorità

SANITÀ »

 

 


Spending review

Carra (PD): “Sostituire il primario di oncologia medica all’Ospedale di Mantova è una priorità”

Quello dell’Ospedale di Mantova è, su tutti quelli citati dal Collegio italiano primari oncologi medici ospedalieri (Cipomo) durante l’audizione in Commissione Sanità regionale, il più emblematico. Il primario di oncologia medica andato in pensione non è ancora stato sostituito. Storie ordinarie di spending review. L’oncologia medica in Italia sta infatti sparendo a causa dei tagli imposti dalla revisione della spesa: tra primari che vanno in pensione senza essere sostituiti e reparti di oncologia accorpati tra loro o che diventano unità semplici, a perderci sarà solo il paziente. E in Lombardia la situazione non è migliore. “A Mantova, come segnalato dal presidente del Cipomo, la gestione dell’oncologia è a rischio estinzione – come fatto presente più volte dal consigliere Pd Marco Carra a seguito di continui confronti con l’ex primario Enrico Aitini - . Sostituire il primario di un’unità complessa dove ogni giorno si continuano a fare passi avanti nella sconfitta di tanti mali e si utilizzano farmaci innovativi e strumenti sofisticati mi pare davvero una priorità affinché non vengano lasciati soli i pazienti mantovani solo per un problema di contenimento dei costi considerato anche che a Mantova vi è la presenza del sito inquinato nazionale Polo petrolchimico e che le indagini epidemiologiche fanno registrare una presenza di tumori superiori alla media nazionale. La riorganizzazione e la razionalizzazione del sistema non deve essere fatta sulla pelle dei cittadini e deve essere sostenibile rispetto alle richieste di cura del nostro territorio. A seguito della mia sollecitazione in Commissione il presidente Rizzi che proprio domani sarà in visita all’Ao Carlo Poma di Mantova si farà portavoce di questa istanza pressante che per l’ennesima volta giriamo all’azienda stessa affinché, almeno a questo punto, a fronte dell’evidenza scientifica degli esperti oncologi, sia finalmente accolta e che dalle parole si passi ai fatti”.

Milano 17 luglio 2013


Condividi questo articolo

Vedi anche:

Giunta Consiglio