BlogDem
Facebook
Twitter
YouTube
Democratica, l'informazione del Partito Democratico
Novitá Settegiorni   Instagram
Partito Democratico Gruppo Consigliare Regione Lombardia
Home > Archivio > COMUNICATO STAMPA

Gal: la Giunta non ha tenuto conto delle richieste del Consiglio

AGRICOLTURA »

 

 


 

Gal

PD: “LA GIUNTA NON HA TENUTO CONTO DEGLI IMPEGNI CHE LE CHIEDEVA IL CONSIGLIO”

 

I Gal, i Gruppi di azione locale, e il loro futuro sono stati oggetto di un’interrogazione a risposta immediata, stamattina, in Consiglio regionale. Question time nata dall’esigenza di verificare che fine avevano fatto gli impegni presi solo un mese fa con una mozione approvata dallo stesso Consiglio.

“In quel caso avevamo approvato un documento che impegnava la Giunta regionale ad attivarsi affinché ‘siano sostenute e valorizzate le esperienze e le conoscenze che i Gal hanno acquisito in questi anni nella progettazione europea e nella gestione dei fondi indipendentemente dal fatto che eventualmente si formino nuovi partenariati e nuovi Gal’. Ma non è seguito alcun atto formale da parte della Giunta”, hanno detto in Aula Giuseppe Villani e Agostino Alloni, consiglieri regionali del Pd e componenti dell’VIII Commissione Agricoltura.

L’assessore regionale Fava ha risposto che “non vi è mai stata alcuna preclusione perché i futuri partenariati possano giovarsi di queste esperienze, sia nel momento della progettazione dei nuovi Piani di sviluppo locale che nella fase gestionale dei futuri Gal – fa sapere Villani –. Ma ha anche detto che la natura stessa dei Gal 2007-2013, quali società di scopo costituite per l’attuazione della passata programmazione, non consente il loro ingresso formale nei nuovi partenariati”.

Risposta che non ha assolutamente soddisfatto e convinto Villani, “perché contraddittoria, e comunque questa parte della mozione era stata approvata e faceva prendere alla Giunta un impegno preciso nei confronti del Consiglio. L’assessore sostiene che c’è la volontà di tener conto delle esperienze dei vari territori, ma proprio per questo andava inserito nel decreto la frase che esplicitava questo passaggio. Invece, ciò che è stato detto, votato e deciso dal Consiglio non è stato assolutamente preso in considerazione dalla Giunta”.

 

Milano, 1 dicembre 2015


Condividi questo articolo

Vedi anche:

Giunta Consiglio