BlogDem
Facebook
Twitter
YouTube
Democratica, l'informazione del Partito Democratico
Novitá Settegiorni   Instagram
Partito Democratico Gruppo Consigliare Regione Lombardia
Home > Archivio > MOZIONE

Riqualificazione nodo viabilistico ponte sul Po - Ostiglia

TRASPORTI E INFRASTRUTTURE »

 

 


MOZIONE

Oggetto: riqualificazione nodo viabilistico ponte sul Po.

Il Consiglio Regionale della Lombardia,

PRESO ATTO CHE:

dal 2009 la linea ferroviaria Bologna - Verona utilizza un nuovo ponte ferroviario sul Po;

la realizzazione di tale ponte ha portato alla conseguente dismissione del vecchio ponte ferroviario di competenza di Rete Ferrovie Italiane, allocato a fianco di quello stradale collegante il territorio ostigliese e quello reverese sulla ex strada statale 12 dell’Abetone-Brennero;

CONSIDERATO CHE:

la riqualificazione di tale snodo viabilistico rappresenta un particolare interesse strategico per il territorio provinciale, nonché per le province confinanti, ed in particolare per i Comuni di Ostiglia e di Revere;

CONSIDERATO INOLTRE CHE:

il ponte sul Po è collocato nel punto intermedio della ex S.S. 12 che rappresenta l’unica alternativa all’autostrada per i collegamenti sul corridoio Brennero-Verona-Modena-Bologna;

POSTO CHE:

appare essere indispensabile definire la riconversione del ponte ferroviario ad uso stradale, con l’obiettivo di completare in tal modo il nodo viabilistico di Ostiglia, prevedendo l’utilizzo di entrambi i manufatti (ponte stradale sul Po, di competenza ANAS e ponte ferroviario sul Po, di competenza Rete Ferrovie Italiane). Questo obiettivo è altresì motivato dalla necessità di garantire migliori standard di sicurezza, visto lo stato di precarietà in cui versa il traffico di attraversamento tra il Comune di Ostiglia e quello di Revere, a fronte di un progressivo suo aumento soprattutto costituito da mezzi pesanti di sempre maggiori dimensioni.

tali standard di sicurezza garantirebbero un miglior attraversamento delle ambulanze dell’Ospedale di Pieve di Coriano, situato sulla riva destra del fiume Po, per gli interventi nei comuni situati sulla riva sinistra del fiume medesimo (ad esempio: Ostiglia, Serravalle a Po, Sustinente, etc.) rendendoli più celeri ed efficienti.

A CONOSCENZA CHE:

nel corso del 2007 e nel 2009 sono già stati approvati dal Consiglio Provinciale degli ordini del giorno di carattere generale relativo agli impegni dell’ANAS sulla ex SS 12, nel quale si è affrontato anche tale problema;

nel mese di novembre 2011, l’Amministrazione Provinciale, di concerto con i due comuni interessati, ha promosso un incontro invitando a parteciparvi ANAS, RFI, il mondo socio-economico e sindacale. Durante tale incontro è emersa un’ampia convergenza di intenti tra i soggetti per la stesura di un protocollo d’intesa al fine di creare le condizioni per una condivisa soluzione tecnica al problema evidenziato, per definire le competenze dell’intervento e per reperire le necessarie risorse finanziarie;

A CONOSCENZA INOLTRE CHE:

nel 2013, il consiglio provinciale di Mantova con deliberazione n. 29 del 14.05.2013 ha chiesto al governo nazionale ed a Regione Lombardia di adoperarsi per creare le condizioni politiche e tecniche e condividere una soluzione tecnica al problema, per definire le competenze dell’intervento e per reperire le necessarie risorse finanziarie.

nell’aprile 2014, la Commissione trasporti della Camera dei Deputati ha approvato la risoluzione parlamentare n. 7-00078 “ Riconversione del vecchio ponte ferroviario tra Ostiglia e Revere (MN) in sede stradale”. 

Il Consiglio regionale della Lombardia impegna la Giunta regionale

a porre in essere tutte le iniziative per promuovere un tavolo di lavoro istituzionale fra il Governo, gli enti locali interessati, RFI, ANAS, Regione Lombardia, il mondo socio-economico e sindacale in merito alla riqualificazione del tratto viabilistico caratterizzato dalla dismissione del ponte ferroviario sul Po, in Comune di Ostiglia, sulla ex S.S. 12 Abetone Brennero, per perseguire il potenziamento delle vie di comunicazione nell’area del Destra Secchia.

Milano, 20 aprile 2016

Marco Carra


Condividi questo articolo

Vedi anche:

Giunta Consiglio