BlogDem
Facebook
Twitter
YouTube
Democratica, l'informazione del Partito Democratico
Novitá Settegiorni   Instagram
Partito Democratico Gruppo Consigliare Regione Lombardia
Home > Archivio > COMUNICATO STAMPA

Il vero problema dell'Olona: i depuratori e l'incuria della gestione passata

AMBIENTE »

 

 


 

Olona

BARZAGHI E ALFIERI (PD): “IL VERO PROBLEMA SONO I DEPURATORI. E LA CAUSA L’INCURIA DELLA GESTIONE PASSATA”

Si sono tenuti questa mattina, in VI Commissione Ambiente, le audizioni sulle problematiche del fiume Olona con la Provincia, l’Unione degli industriali e l’Autorità d’ambito di Varese. “Da quanto abbiamo potuto ascoltare, sui 139 Comuni dell’Ato di Varese ancora 122 sono gestiti in economia”, fa sapere Laura Barzaghi, consigliera regionale del Pd e componente della Commissione.

Una situazione d’impasse che “si è sbloccata finalmente solo di recente, ovvero da un anno a questa parte, da quando la Provincia di Varese, con l’amministrazione di centrosinistra, ha cambiato marcia e ha creato il gestore unico, cosa che in 15 anni il centrodestra non è mai riuscito a fare, accumulando un ritardo di cui ora paghiamo tutti le conseguenze – dicono la Barzaghi e il collega Alessandro Alfieri –. Ora, invece, dal 1 aprile 2016, è stato affidato il servizio in house alla società Alfa, cioè al gestore unico, appunto, che entro il 31 dicembre 2017 dovrà accorpare le gestioni ancora in essere, ovvero ben 28”.

Tuttavia, il Pd è fiducioso nel fatto che ora “con l’affidamento al gestore unico possano partire i progetti di messa a norma dei depuratori della provincia, compresi quelli sull’Olona che sono tutti vecchi e obsoleti. Anche quello di Gornate Olona che pur essendo nuovo non funziona a dovere”, aggiungono Barzaghi e Alfieri.

Ma soprattutto, i due esponenti del Pd tengono a sottolineare che “ora appare chiaro come il problema dell’inquinamento dell’Olona non sia dovuto agli scarichi in deroga, che sono relativamente pochi, ma ai depuratori. A questo proposito è stato approvato un piano stralcio del piano d’ambito per intervenire sulle infrazioni comunitarie e rispondere alle situazioni più urgenti. Finora, tuttavia, ancora nulla è stato realizzato”.

E questo nonostante, “incredibile a dirsi, i soldi ci siano: 36 milioni di euro sui 44 necessari che sono fondi ex Cipe recuperati dai Comuni e sono lì, in attesa di essere investiti, da anni – proseguono Barzaghi e Alfieri –. Ciò che manca sono le progettazioni degli interventi per l’incuria della gestione passata. Risultato di questa incuria sono anche le mancate manutenzioni che hanno ridotto la struttura in queste condizioni di inefficienza”.

Stamattina, in Commissione, la Provincia ha comunque reso noti gli interventi più urgenti che saranno realizzati dalla società Alfa per la qualità delle acque del fiume Olona: “La dismissione del depuratore di Cantello e il collettamento a Varese Pravaccio, il cui progetto esecutivo è previsto prima della fine dell’anno, e la messa a punto del depuratore di Gornate Olona”, conclude Barzaghi.

Milano, 16 giugno 2016


Condividi questo articolo

Vedi anche:

Giunta Consiglio