BlogDem
Facebook
Twitter
YouTube
Democratica, l'informazione del Partito Democratico
Novitá Settegiorni   Instagram
Partito Democratico Gruppo Consigliare Regione Lombardia
Home > Archivio > COMUNICATO STAMPA

Pirolisi: emendamento a sorpresa, come mai solo adesso?

AMBIENTE »

 

 


 

Pirolisi

VILLANI (PD): “EMENDAMENTO A SORPRESA, COME MAI SOLO ADESSO? SI POTEVA INTERVENIRE PRIMA E IN MANIERA DEFINITIVA”

 

“C’è un emendamento della Giunta? E come mai non è stato presentato a noi consiglieri regionali per essere valutato nel merito? Perché viene scavalcata la Commissione competente?”, sulla novità annunciata dall’assessore all’Ambiente Terzi, circa un emendamento alla legge sui parchi che metterebbe in salvo il territorio di Retorbido dalla costruzione di un impianto di pirolisi, interviene Giuseppe Villani, consigliere regionale del Pd, capogruppo in VI Commissione Ambiente e componente di quella dell’Agricoltura.

 

“L’annuncio fatto dalla Giunta è stata una vera sorpresa, anche per le modalità: la novità viene calata dall’alto e direttamente nell’Aula consiliare – racconta Villani –. Ma c’è dell’altro che non quadra, alla luce di questa decisione: ad aprile, la Provincia di Pavia deliberava la richiesta a Regione Lombardia di inserire la Rete ecologica provinciale e la Rete verde provinciale dentro la Rer, la Rete ecologica regionale, nella quale non è possibile insediare impianti di trattamento rifiuti. Era la soluzione ideale per Retorbido. Allora chiedo anche: come mai la Giunta regionale non ha tenuto conto della deliberazione provinciale?”.

 

Villani va oltre: “Perché solo adesso ci si sveglia e sul caso specifico? Regione Lombardia non poteva pensare di inserire tutte le bellezze naturali del suo territorio nella Rer in fase di approvazione di altri strumenti, penso ad esempio al Piano rifiuti regionale? Se avevano veramente a cuore il nostro territorio, Maroni e la Terzi potevano prendere altre decisioni senza grandi difficoltà. Gli elementi per chiudere la questione prima c’erano tutti”.

 

Il consigliere Pd attribuisce tutto il merito di questa improvvisa svolta “alla grande mobilitazione popolare, quindi il merito è dei cittadini. Ed è per questo che noi voteremo a favore dell’emendamento. Ci auguriamo solo che serva. Dopo di che, il problema di questa amministrazione regionale è di non essere capace di pronunciarsi sulla lista delle zone escludenti rispetto agli impianti impattanti. E ogni volta si esibisce in queste assurde commedie”.

 

Milano, 8 novembre 2016


Condividi questo articolo

Vedi anche:

Giunta Consiglio