BlogDem
Facebook
Twitter
YouTube
Democratica, l'informazione del Partito Democratico
Novitá Settegiorni   Instagram
Partito Democratico Gruppo Consigliare Regione Lombardia
Home > Archivio > INTERROGAZIONE

Servizio ristorazione presidi ospedalieri ASST Rhodense

SANITÀ »

 

 


 

 

INTERROGAZIONE 2897

con risposta scritta

Al Signor Presidente

del Consiglio Regionale

Oggetto: servizio ristorazione presidi ospedalieri ASST Rhodense

I sottoscritti Consiglieri regionali

Premesso che

Il nuovo ospedale di Garbagnate Milanese, inaugurato il 12 ottobre 2015, è stato realizzato dalla società Pessina Costruzioni che, attraverso un Project Financing, si è aggiudicata la concessione di tutti i servizi “no core” dell’allora Azienda Ospedaliera Salvini, fra i quali il servizio Bar, Mensa e Ristorazione per personale e degenti, per l’intera durata della concessione (circa 27 anni)

Considerato che

All’interno dell’Azienda è presente un Servizio Dietetico Aziendale svolto da professionisti con il compito di valutare lo stato nutrizionale e predisporre il regime dietetico dei pazienti in base loro fabbisogno e alla patologia per la quale sono stati ricoverati

Il Prontuario Dietetico per i degenti dei presidi ospedalieri di Garbagnate, Bollate, Rho e Passirana, elaborato dal servizio dietetico, riferendosi alle linee guida per la ristorazione ospedaliera di Regione Lombardia (decreto n.5250 del 26.05.2009), fa riferimento a pasti cucinati con metodo tradizionale. Fa inoltre riferimento espresso ad una differenziazione elevata dei pasti erogati in base alle patologie, ai regimi dietetici e alle circostanze, anche ambientali in cui si trovano i pazienti

Il disciplinare di gestione dei servizi, inserito nel capitolato, sottoscritto con la società concessionaria, nella parte relativa al servizio di ristorazione, fa riferimento al servizio del prodotto alimentare in ATP (atmosfera protettiva) quale oggi viene erogato, discostandosi di fatto da quanto prescritto dal prontuario dietetico

Interrogano la giunta e l’assessore competente per sapere

  • Se il servizio di ristorazione attualmente attivo presso i presidi ospedalieri dell’ASST Rhodense, in particolare per quanto riguarda: tabelle merceologiche e indicazioni per le preparazioni dei pasti e delle diete sia conforme a quanto prescritto dalle linee guida per la ristorazione ospedaliera di Regione Lombardia (decreto n.5250 del 26.05.2009) e, in caso contrario quali provvedimenti intende assumere per garantire l’appropriatezza di un servizio tanto delicato quale quello della ristorazione per i degenti
  • Se si sono riscontrate lamentele e/o indicazioni di scarsa soddisfazione rispetto al servizio di ristorazione da parte di personale, degenti o famigliari e, in caso affermativo, se sono state fornite risposte esaustive e fatte le opportune verifiche di qualità.
  • Quale ruolo svolge attualmente il Servizio Dietetico dell’ASST, se è stato interpellato all’atto della stesura del capitolato di gestione per la parte relativa al servizio di ristorazione, in modo particolare per la parte relativa ai degenti.
  • Se sono stati effettuati dei controlli, da parte del servizio dietetico, sulla qualità della ristorazione e, in caso positivo se è stata riscontrata o meno la somministrazione di diete specifiche e differenziate per patologia e condizione dei degenti, in base alle indicazioni fornite dalle dietiste dopo aver valutato il fabbisogno specifico dei malati ricoverati. E, in caso di mancata appropriatezza, se sono stati assunti provvedimenti per migliorare il servizio.

Sara Valmaggi

Carlo Borghetti

Milano, 26 gennaio 2017


Condividi questo articolo

Vedi anche:

Giunta Consiglio