BlogDem
Facebook
Twitter
YouTube
Democratica, l'informazione del Partito Democratico
Novitá Settegiorni   Instagram
Partito Democratico Gruppo Consigliare Regione Lombardia
Home > Archivio > COMUNICATO STAMPA

Fondi per la montagna: con la Giunta Maroni si è passati da 60 a 9 milioni di euro

AGRICOLTURA »

 

 


 

 

Territori montani

TOMASI (PD): “FONDI PER LA MONTAGNA: CON LA GIUNTA MARONI SI È PASSATI DA 60 A 9 MILIONI DI EURO”

 

Si è parlato di montagna, questa mattina, in Consiglio regionale, grazie a un’interrogazione a risposta immediata presentata da Corrado Tomasi, consigliere regionale del Pd. Nell’atto chiedeva quali sono i tempi previsti per la presentazione in Commissione Agricoltura prima e successivamente anche in Consiglio, della relazione, definita dalla clausola valutativa, riferita al periodo 2011-2016, e prevista dalla legge regionale sugli interventi in favore della popolazione dei territori montani, sul monitoraggio degli sviluppi di quelle zone e la programmazione degli atti di indirizzo delle politiche regionali.

 

“È un documento importante, perché serve a mettere in evidenza la situazione che si è venuta a creare sui fondi per lo sviluppo del territorio montano – ha detto Tomasi –. Soprattutto per un fatto: una volta i soldi c’erano, poi questa Giunta non solo non li ha più previsti, ma non li ha neanche spesi”.

 

Il consigliere Pd ha fatto presente che “nel triennio 2008-2010 Regione Lombardia aveva stanziato 60 milioni; nel successivo, il 2011-2013, ne aveva messi 57. Poi sono arrivati Maroni e la sua Giunta che per il triennio 2017-2019 hanno stanziato solamente 9 milioni di euro, riducendo drasticamente le risorse”.

 

E non è nemmeno vero quanto ha cercato di rispondere il sottosegretario con delega alla montagna Parolo, secondo Tomasi, “che ha sostenuto che i soldi sono stati assegnati tutti alle Comunità montane e ai Comuni, i quali si sarebbero trovati in difficoltà per presunti continui prelievi da parte dello Stato. In realtà, quelli assegnati sono stati spesi tutti, con tempi più lunghi, ma anche spesi bene. Anzi, nel 2013 i Comuni avevano già impegnato tutte le risorse. Prova che Maroni le ha completamente tolte alla montagna”.

 

E i numeri qui parlano chiaro, ha concluso Tomasi: “Formigoni metteva 100 milioni, Maroni ne ha messi 9. Questo è lo stato dell’arte: la guerra che la Giunta fa ai territori montani, privandoli di tutte le risorse. E ricordo che in quest’Aula alcuni consiglieri di maggioranza hanno anche esultato di questo risultato. Ricordo, invece, che anche il sottosegretario con delega alla montagna, in fase di bilancio, si è espresso in maniera molto critica verso la sua stessa maggioranza”.

 

Milano, 4 aprile 2017


Condividi questo articolo

Vedi anche:

Giunta Consiglio