BlogDem
Facebook
Twitter
YouTube
Democratica, l'informazione del Partito Democratico
Novitá Settegiorni   Instagram
Partito Democratico Gruppo Consigliare Regione Lombardia
Home > Archivio > COMUNICATO STAMPA

Mortara: subito la moratoria e poi il Piano d'area

AMBIENTE »

 

 


 

Incendio Mortara

VILLANI (PD): “ANCHE IL SINDACO D’ACCORDO: SUBITO LA MORATORIA. E POI IL PIANO D’AREA”

 

Prima audizione, questa mattina, in VI Commissione Ambiente, con il Comune di Mortara, la Direzione provinciale dei Vigili del fuoco e Legambiente Lombardia dopo l’incendio alla Eredi Bertè. “Il quadro che ne è emerso conferma le nostre posizioni e le proposte che abbiamo già avuto modo di mettere sul piatto”, commenta Giuseppe Villani, consigliere regionale del Pd e capogruppo in Commissione, al termine della seduta.

 

Villani si riferisce in particolare alla sua proposta di moratoria rispetto alle autorizzazioni già rilasciate, “che è stata completamente sposata dall’amministrazione comunale di Mortara e riportata, in audizione, dal suo sindaco”. E se la fase emergenziale “sembra rientrata o, comunque, la situazione è sotto controllo, mentre attendiamo i dati di Arpa e Ats, abbiamo ribadito la necessità di un piano d’area per tutta la Lomellina, che valorizzi lo sviluppo della sua vocazione”, ha detto ancora il consigliere Pd.

 

Dopo aver ascoltato i vigili del fuoco, che ha ringraziato per “l’intervento rapido, tempestivo e competente”, Villani ha aggiunto: “Si devono intensificare i controlli e ragionare su un nuovo sistema di monitoraggio degli insediamenti, altrimenti, come in questo caso, poi emerge che ci sono state delle discrepanze, ben dimostrate dall’utile e interessante contributo di Legambiente”.

 

Nessuna novità, invece, sul fronte delle cause dell’incendio: “Il comandante dei vigili del fuoco ha confermato che non è ancora chiaro cosa sia successo e gli accertamenti vanno completati, ma non si esclude nulla, nemmeno il dolo – rivela il consigliere Pd –. Inoltre, dopo la mia richiesta di una maggiore prevenzione che si ottiene solo con un migliore coordinamento con l’Arpa, ci ha informati che esiste un tavolo, attivato in Prefettura, tra forze dell’ordine, Arpa, Ats e gli stessi vigili del fuoco, che sta calendarizzando i controlli su queste aziende per individuare le situazioni che sono macroscopicamente fuori norma. È ciò che noi abbiamo già detto: va fatto un censimento delle criticità. È evidente che c’è una falla da qualche parte. Ma a parte ciò, dobbiamo ancora una volta ribadire che la strada è il nuovo modello di sviluppo dell’intera Lomellina”.

 

Milano, 21 settembre 2017


Condividi questo articolo

Vedi anche:

Giunta Consiglio