BlogDem
Facebook
Twitter
YouTube
Democratica, l'informazione del Partito Democratico
Novitá Sette giorni   RSS
Partito Democratico Gruppo Consigliare Regione Lombardia
Home > Archivio > MOZIONE

Irruzione 28 novembre 2017 Veneto Fronte Skinheads

ISTITUZIONI E POLITICA »

 

 


 

MOZIONE URGENTE

Al Presidente del

Consiglio Regionale della Lombardia

Oggetto: Condanna dell’irruzione contro “la rete Como senza frontiere” compiuta il 28 novembre 2017 dall’organizzazione naziskin “Veneto Fronte Skinheads” e delle azioni che inneggiano a ideologie nazifasciste

Il Consiglio Regionale della Lombardia,

premesso che:

nella serata del 28 novembre 2017 a Como la rete associativa Como senza frontiere, coordinamento di gruppi di impegno civico e di volontariato formatosi a seguito dell’emergenza umanitaria verificatasi presso la stazione ferroviaria di Como San Giovanni nell’estate 2016 e impegnato in attività rivolte a richiedenti asilo senza dimora e a migranti in transito e alla promozione di un’informazione solidale, non violenta, antirazzista e antifascista a proposito dei fenomeni migratori, è stata oggetto di un’iniziativa intimidatoria da parte militanti dell’organizzazione Veneto Fronte Skinheads, che hanno fatto irruzione presso la sede di una delle associazioni aderenti a Como senza frontiere presso i locali comunali del Chiostrino di Sant’Eufemia, interrompendo i lavori della riunione del coordinamento e impedendone la ripresa sino all’avvenuta lettura di un delirante proclama dal contenuto intollerante e denigratorio;

la Procura della Repubblica di Como ha aperto un fascicolo nei confronti degli attivisti di Veneto Fronte Skinheads implicati nei fatti del 28 novembre 2017 per il reato di violenza privata;

nel 2015 Veneto Fronte Skinheads aveva già operato a Como, così come in altre città lombarde e italiane, con azioni dimostrative di stampo intimidatorio contro sedi della Caritas locale e di partito ed è nota per la sistematica propaganda antisemita e xenofoba e per l’ispirazione all’ideario e a figure emblematiche dei fascismi italiano ed europeo;

Considerato che

nella giornata di ieri sul cavalcavia Buccari – zona dell’Ortica – il murales dipinto per ricordare i 70 anni della resistenza, con la scritta “ Bella ciao Milano” fatta dagli studenti e dai cittadini del quartiere è stata coperta dalla scritta inneggiante il fascismo:“ Duce a noi”;

la nuova scritta è stata immediatamente rimossa dagli stessi cittadini del quartiere,

il Sindaco della Città, Sala, ha immediatamente condannato l’atto invitando tutte le forze politiche ad esprimere la loro condanna e a non sottovalutare il proliferare di queste manifestazioni di intolleranza e di apologia di ideologie intolleranti, liberticide e xenofobe;

considerato altresì che

la diffusione di ideologie intolleranti, xenofobe, di stampo neofascista o neonazista contrastano con i principi democratici, di non discriminazione e libera espressione che sono alla base della Costituzione della Repubblica e allo Statuto d’Autonomia della Lombardia;

il ripresentarsi di ideologie autoritarie, fanatiche e razziste dev’essere contrastato anche attraverso un maggior impegno per la diffusione della conoscenza dei principi e dello sviluppo delle istituzioni democratiche;

esprime

la più netta riprovazione e condanna dell’attacco ai principi di solidarietà, non violenza, antirazzismo e antifascismo che l’irruzione del 28 novembre 2017 a Como rappresenta;

solidarietà ai membri della rete Como senza frontiere per l’atto di aggressione subito il 28 novembre 2017, nonché alla Città di Milano e alla Città di Como per l’oltraggio inferto alle comunità;

impegna il Presidente del Consiglio regionale

a farsi latore della presente deliberazione presso le Amministrazioni di Como e di Milano e i responsabili della rete Como senza frontiere;

impegna altresì la Giunta regionale

nell’ambito delle azioni di promozione culturale a prevedere opportune iniziative di sostegno alle attività di studio e memoria sulla nascita e lo sviluppo delle nostre istituzioni democratiche e repubblicane;

a sostenere con maggiore convinzione sui tavoli della sicurezza e dell’ordine pubblico una posizione che privilegi lo sviluppo coordinato tra Regione, Prefetture, Enti locali di un’attenta attività di prevenzione e di promozione di attività educative sulla nostra storia repubblicana

Milano, 5 dicembre 2017.


Condividi questo articolo

Vedi anche:

Giunta Consiglio