BlogDem
Facebook
Twitter
YouTube
Democratica, l'informazione del Partito Democratico
Novitá Settegiorni   Instagram
Partito Democratico Gruppo Consigliare Regione Lombardia
Home > Archivio > COMUNICATO STAMPA

Edilizia scolastica: in provincia di Como quasi 8 milioni e mezzo grazie al PD

ISTRUZIONE E FORMAZIONE »

 

 


 

Edilizia scolastica

ORSENIGO (PD): “IN PROVINCIA DI COMO QUASI 8 MILIONI E MEZZO GRAZIE AL GOVERNO PD”

 

“Grazie al Governo del Pd in provincia di Como sono arrivati quasi 8 milioni e mezzo di euro per l’edilizia scolastica, destinati a cinque Comuni e a due scuole gestite dalla Provincia”, lo dice Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd, spiegando come è avvenuta la ripartizione.

“Si tratta dei bandi che Regione Lombardia ha indetto a seguito dei cosiddetti mutui Bei, ovvero quelli destinati a interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico degli edifici scolastici – spiega il consigliere Pd –. Ma alla base dell’Avviso finalizzato alla redazione del piano triennale regionale 2018-2020 per interventi di edilizia scolastica vi è la legge 13 luglio 2015, n. 107, sulla ‘Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti’, più nota come Buona scuola, e in particolare il comma 160 dell’art. 1. Quindi, stiamo parlando di un provvedimento deciso in pieno Governo Renzi”.

Nel testo della legge nazionale si dice sostanzialmente che “al fine di consentire lo svolgimento del servizio scolastico in ambienti adeguati e sicuri, la programmazione nazionale triennale rappresenta il piano del fabbisogno in materia di edilizia scolastica ed è utile per l’assegnazione di finanziamenti statali comunque destinati alla messa in sicurezza degli edifici scolastici, a beneficio degli enti locali, con la possibilità che i canoni di investimento siano posti a carico delle regioni”, ragiona Orsenigo. 

Inoltre, tiene a precisare il consigliere Pd, “il contributo è a fondo perduto e, se per i Comuni non può superare l’80% dell’importo totale del progetto, per le Province può corrispondere al 100%. Così di fatto avviene per i 5 comuni comaschi e per le due scuole gestite dalla Provincia”.

Perciò, “se gli istituti scolastici devono ringraziare qualcuno, non è certo Regione Lombardia, che fa solo da tramite, ma la scelta illuminata del Partito democratico quando era al Governo – conclude Orsenigo –. Anzi, alla Giunta Fontana chiedo esplicitamente di mettere nel prossimo bilancio, che stiamo già discutendo nelle commissioni consiliari e voteremo a dicembre, il doppio delle risorse che ha preso finora dallo Stato, grazie alla Buona scuola”.

Milano, 14 novembre 2018


Condividi questo articolo

Vedi anche:

Giunta Consiglio