BlogDem
Facebook
Twitter
YouTube
Democratica, l'informazione del Partito Democratico
Novitá Settegiorni   Instagram
Partito Democratico Gruppo Consigliare Regione Lombardia
Home > Archivio > INTERROGAZIONE

Inquinamento aria QT

AMBIENTE »

 

 


 

INTERROGAZIONE

a risposta immediata in aula

Al Signor Presidente

del Consiglio regionale

OGGETTO: Inquinamento aria. Azioni programmate da Regione Lombardia in attuazione all’ordine del giorno 236 approvato con DCR XI/304 in data 18.12.2018.

I sottoscritti Consiglieri Regionali,

RICHIAMATA la deliberazione della Giunta regionale 30 ottobre 2017, n. 7305, con cui è stata approvata la relazione di monitoraggio triennale dello stato di attuazione del PRIA, da cui si rileva come, nonostante le riduzioni significative delle emissioni dovute anche all’importante impegno promosso in questi anni dalle amministrazioni locali, sostanzialmente in linea con le attese, il raggiungimento degli obiettivi di qualità dell’aria sia ancora parziale;

PRESO ATTO che tra gli inquinanti dell’aria maggiormente critici in Lombardia – per i quali non vi è ancora il pieno rispetto dei limiti previsti dalla normativa vigente – vi sono il PM10, il PM2.5 e l’ozono in modo piuttosto diffuso;

VISTO il rapporto Mal’Aria 2019 di Legambiente, il dossier annuale sull'inquinamento atmosferico presentato il 22 gennaio 2019 da Legambiente, i cui dati mettono in luce una situazione molto critica per la Lombardia: nel 2018 in 55 capoluoghi d'Italia sono stati superati i limiti giornalieri previsti per il PM10 o per l'ozono e nelle prime 10 città 6 capoluoghi risultano essere lombardi;

 

RICORDATO che il Decreto Legislativo 155/2010 ha stabilito in 50 µg/m3 il valore limite giornaliero per la protezione della salute umana per il PM10, da non superare per più di 35 giorni l'anno;

RICHIAMATO l’ordine del giorno n. 236 approvato dall’aula consiliare in data 18.12.2018, con cui si invitava la Giunta regionale a:

Accompagnare gli interventi di limitazione del traffico ai veicoli più inquinanti con incentivi alla rottamazione di tali automezzi, da prevedere non solo per i veicoli commerciali, ma anche per quelli in dotazione ai privati;

Favorire nelle città interessate dai superamenti dei limiti previsti per il PM10 e il PM2.5, la diffusione di interventi di “forestazione urbana”;

ed a valutare inoltre la possibilità di:

Introdurre misure incentivanti e di controllo per favorire la riduzione dei chilometri percorsi in Lombardia dai mezzi più inquinanti, quali ad esempio un contatore intelligente di chilometri, la cosiddetta “scatola nera”, da installare a bordo dei veicoli;

Ridurre i veicoli inquinanti programmando modalità entro le quali istituzioni già esentate possano convertirsi all’uso di mezzi ambientalmente sostenibili;

Promuovere un intervento normativo che favorisca una maggiore diffusione di interventi di “forestazione urbana” nelle città lombarde”

VISTO l’emendamento approvato in occasione della discussione del bilancio di previsione 2019-2021 con cui le risorse destinate all’attuazione dei programmi regionali e dei piani d’azione per la qualità dell’aria, sono state integrate per il 2019 di 10 milioni di euro;

RITENUTO importante intervenire con urgenza al fine di perseguire l’obiettivo del rientro dei parametri relativi alla qualità dell’aria in Lombardia entro i limiti di legge nel più breve tempo possibile;

 

Interrogano l’Assessore competente affinché riferisca all’Aula per sapere:

 

- Quali azioni sono state messe in campo da Regione Lombardia per dare attuazione a quanto approvato all’unanimità dall’aula consiliare con ordine del giorno n. 236 approvato con DCR XI/304 in data 18.12.2018 e con quali tempi si intende procedere alla pubblicazione dei bandi per la rottamazione dei veicoli commerciali e dei veicoli privati più inquinanti, le cui risorse sono già debitamente stanziate a bilancio.

 

Antonella Forattini

Gian Antonio Girelli

Samuele Astuti

Paola Bocci

Jacopo Scandella

 

Milano, 31 Gennaio 2019


Condividi questo articolo

Vedi anche:

Giunta Consiglio