settegiorni
linea
  torna al sommario condividi:                                       


SAGRA ANNULLATA PER CALAMITÀ

A Bagnaria salta il tradizionale appuntamento: manca la materia prima, dopo le gelate di aprile. Presto l'audizione con l'assessore

La tradizionale Sagra della ciliegia di Bagnaria non si farà a causa delle gelate di aprile che hanno distrutto gran parte della produzione frutticola. La mancanza di materia prima, proprio dovuta al maltempo, ha costretto gli organizzatori a far saltare quella che è un antico appuntamento, che richiamava centinaia di visitatori.
E ha provocato "un danno incalcolabile per queste terre e per il comune di Bagnaria, sia da un punto di vista economico, che di immagine", commenta Giuseppe Villani, componente della commissione Agricoltura.
La manifestazione doveva tenersi domenica 11 giugno, ma quest'anno non si potrà proprio fare, appunto, "facendo mancare un momento importante per il borgo della Valle Staffora, che richiamava centinaia di visitatori".
Per questo, Villani solleciterà subito "la convocazione dell'audizione dell'assessore regionale all'Agricoltura per affrontare il tema dei danni portati dalle gelate e del riconoscimento di calamità naturale. Come chiede il territorio, bisogna intervenire quanto prima. Ne va della sopravvivenza dei nostri produttori non solo di ciliegie, ma anche dell'altra frutta e dei vitivinicoltori, che per la Lombardia rappresentano anch'essi un'eccellenza".
Nell'ultima seduta di Commissione, sempre su sollecitazione del consigliere Pd, il presidente ha annunciato che presto le audizioni si terranno e sarà possibile saperne di più sul futuro di questi produttori.

Novità Settegiorni # 406 del 26/05/2017