settegiorni
    numero 163 del 24/11/2011
linea
Si taglia... E non un nastro inaugurale!
E' ufficiale: i consiglieri regionali lombardi si riducono lo stipendio e si eliminano vitalizi e trattamento di fine mandato.


E' ufficiale: i consiglieri regionali lombardi si riducono lo stipendio e si eliminano vitalizi e trattamento di fine mandato. Manca solo il passaggio definitivo in Consiglio, per il quale si dovrà attendere il prossimo 6 dicembre, per i milanesi vigilia di sant'Ambrogio.
Il provvedimento è il punto di arrivo di un cammino che il PD ha iniziato nella scorsa estate, dopo alcune sollecitazioni che, già nel 2010, erano andate a vuoto. Il progetto di legge presentato a giugno dai democratici è stato seguito da altre iniziative simili da parte di altri gruppi consiliari e da una mozione approvata in aula che aveva come primo firmatario l'allora consigliere dell'Italia dei Valori Giulio Cavalli (ora è confluito in SeL).
In tempi di tante parole sulla necessità di tagliare i costi, mentre a Roma ci si affida a un governo di tecnici, in Lombardia sono gli stessi politici a prendere l'iniziativa per varare i tagli richiesti a gran voce dall'opinione pubblica. Se dovessimo guardare al semplice dato numerico, l'impatto sulle casse regionali non sarebbe di dimensioni colossali, si calcola infatti che dal prossimo anno ci potrà essere un risparmio di poco inferiore al milione di euro ogni 12 mesi. Di tutt'altra dimensione, invece, l'impatto simbolico e, permetteteci di dire, esemplare della decisione presa all'unanimità dalle commissioni Bilancio e Affari Istituzionali: taglio del 10% dello stipendio e abolizione di quelli che sono sempre stati visti come veri e propri privilegi per gli ex consiglieri, ovvero vitalizio e indennità di fine mandato.
Diciamo fin da subito che non intendiamo partecipare al gioco perverso del "si poteva fare di più". Il dato reale è che un'assemblea politica decide, finalmente, di tagliare qualcosa su se stessa e non solo sugli altri. Il luogo comune secondo il quale non si può pretendere che il tacchino prepari il pranzo di Natale, almeno questa volta, è stato smentito. Un segnale, se volete piccolo, ma altamente simbolico riguardo la necessità che tutti si prenda coscienza della difficile situazione nella quale versa il nostro Paese e ci si rimbocchi le maniche di conseguenza.
In vista della discussione del 6 dicembre in aula, rimangono da definire alcune questioni che potrebbero rendere ulteriormente efficace il provvedimento, dal contributo di solidarietà a carico di coloro che, in quanto ex consiglieri, percepiscono già un vitalizio (si parla di un 10%), all'innalzamento dell'età in cui inizia il trattamento, attualmente fissata a 60 anni.
Un segnale di responsabilità importante che andrà confermato con la prosecuzione dell'attenzione ai costi della politica e ai possibili risparmi nella gestione della complessa macchina regionale. A questo proposito, il consiglio sta pensando a una legge che consenta di destinare alle zone colpite da calamità naturali o emergenze umanitarie gli eventuali risparmi derivanti dalla gestione annuale delle attività dell'assemblea regionale.
Il gruppo del Partito Democratico sostiene con convinzione queste iniziative che danno un contributo concreto al nuovo clima di responsabilità che il nostro Paese ha assoluto bisogno di costruire in modo rapido ed efficace.

[Monza Brianza]
Sabato 26 novembre a Monza la Conferenza nazionale del Pd per il lavoro autonomo e la micro e piccola impresa




Un patto per la ricostruzione dell'Italia
Monza, sabato 26 novembre 2011


Sostegno alle piccole imprese, al commercio e agli artigiani per far ripartire l'Italia
Le proposte del Pd alla Conferenza nazionale su lavoro autonomo e micro aziende.
Sabato 26 novembre, Monza - Villa Reale (9.30 - 18.30). Con Bersani, Letta, Fassina, Errani
"Per la ricostruzione dell'Italia è decisivo aiutare le piccole e medie imprese, gli artigiani e i commercianti a risollevarsi. Il Pd ha proposte puntuali, credibili e praticabili per rimettere in moto centinaia di migliaia di piccoli imprenditori che possono dare un grande contributo al rilancio dell'economia lombarda e a quella di tutto il paese". Lo dichiarano il segretario regionale del Pd, Maurizio Martina e quello provinciale brianzolo, Gigi Ponti, in vista della Conferenza nazionale sul lavoro autonomo e le micro aziende promossa dal Partito democratico per sabato 26 novembre a Monza (Villa Reale, 9.30 - 18.30), appuntamento a cui parteciperanno rappresentanti delle PMI, degli artigiani, dei commercianti e che sarà chiuso da Pierluigi Bersani. Presenti all'incontro, tra gli altri, il vicesegretario Enrico Letta, il responsabile economico Stefano Fassina, il presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani, i consiglieri regionali lombardi, tra cui l'ex sindaco di Vimercate Enrico Brambilla, il monzese Giuseppe Civati e Stefano Tosi, coordinatore lombardo forum economia Pd.
"Il Pd ha voluto promuovere la conferenza nazionale in Brianza - aggiungono Martina e Ponti - perché è qui che si registra uno dei più alti tassi di presenza di attività imprenditoriali piccole e anche piccolissime su un totale di circa 65 mila imprese, di cui più di 23 mila artigiane".
"Per aiutare il lavoro autonomo e le micro aziende servono interventi sulle pubbliche amministrazioni - continuano gli esponenti Pd, sintetizzando alcune proposte che saranno presentate nel corso dell'incontro -, affinché ci siano certezze nei pagamenti e, rivedendo i vincoli del Patto di stabilità, la possibilità per i comuni di investire nell'economia locale. Bisogna poi agire sul fisco - dicono ancora -, superando la scriteriata bozza di riforma messa a punto dal precedente governo per premiare finalmente chi scommette sul futuro della propria attività, sull'innovazione e la crescita e alleggerendo il peso fiscale sui contribuenti di dimensioni minori".
"Allo stesso tempo - proseguono Martina e Ponti - bisogna potenziare i fondi di garanzia territoriali e regionali per aumentare e garantire l'indispensabile accesso al credito. Vanno poi sostenute misure per aiutare i giovani a crearsela, la propria impresa e - concludono - a sostenere il commercio come fattore di crescita economica, di animazione sociale e di qualificazione urbana".

IL PROGRAMMA


Ore 9.30-10.00 Registrazione partecipanti

Ore 10.00-11.30 Prima sessione
Presiede Paola De Micheli
Saluti Maurizio Martina
Introduce Stefano Fassina
Interviene Enrico Letta

Ore 11.30-13.30 Riunione gruppi di lavoro

Ore 14.00-18.30 Seconda sessione
Presiede Armando Cirillo
Presentazione ricerca SWG su "i piccoli"
introduce Roberto Weber
Intervengono: Dario Di Vico, Daniele Marini, Raffaele Brancati

Dibattito

Conclude PIERLUIGI BERSANI

Sono previsti gli interventi di:
Vasco Errani Presidente, della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome
Ivan Malavasi, Presidente CNA
Marco Venturi, Presidente Confesercenti
Luigi Taranto, Segretario Generale Confcommercio
Cesare Fumagalli, Segretario Generale Confartigianato
Maria Cristina Bertellini, Vice Presidente Piccola Industria Confindustria
Maurizio Ottolini, Vice Presidente Confcooperative
Alberto Giombetti, Coordinatore Giunta Nazionale CIA
Sergio Marini, Presidente Coldiretti
Luca Bernareggi, Presidenza Nazionale Legacoop



tema SANITA'

SANITA', NUOVE REGOLE DI SISTEMA E NUOVI TAGLI
Ticket sul day hospital, taglio sui posti letto, stretta su alcuni farmaci ad alto costo come gli oncologici


Un totale di circa 17 miliardi di euro da distribuire su tutta la torta sanitaria, in uno scenario nazionale che impone interventi per garantire l'equilibrio anche per il 2012. E' questa la situazione di partenza nella quale l'Assessorato alla Sanità ha disegnato le nuove regole di sistema, introducendo nuovi restringimenti e quindi nuovi costi per i cittadini. Dal 2012 - per esempio - tunnel carpale, cataratta, artroscopie e riabilitazioni di vario genere - sinora gratuite - costeranno 66 euro, perché il day hospital non chirurgico verrà completamente trasformato in 'macro attività ambulatoriale complessa'. Questa è una delle novità delle nuove regole illustrate dal direttore generale Assessorato alla Sanità Carlo Lucchina e dall'Assessore Bresciani alla commissione Sanità del Consiglio regionale. Oltre a questo, il futuro non si presenta roseo per i pazienti lombardi neanche sugli altri fronti: taglio dei posti letto sulle prestazioni meno urgenti, blocco del turn over dei medici, stretta su alcuni farmaci ospedalieri ad alto costo.
"Pur sapendo che c'è una contrazione di risorse - spiega Alessandro Alfieri - il rischio è che si facciano pagare sempre di più le prestazioni sanitarie e sociosanitarie ai cittadini lombardi. In particolare, preoccupa il caso dello spostamento di alcune attività di day hospital sinora gratuite che diventeranno ambulatoriali e quindi avranno un costo. Questa scelta preoccupa ancora di più in vista della possibile introduzione di nuovi ticket sui ricoveri dovuta ai tagli di 8 miliardi al fondo sanitario nazionale per il 2013-2014 contenuti nella manovra estiva di Berlusconi e Bossi. Per quanto riguarda le professionalità mediche poi le scelte di Regione Lombardia rischiano da un lato di non garantire l'inserimento di giovani medici all'interno del sistema e dall'altra di bloccare le aspettative di crescita professionali di alcune eccellenze".

SAN RAFFAELE, PRESTO LA COMMISSIONE D'INCHIESTA
In Regione un'audizione dei lavoratori a porte chiuse. Del board, invece, nessuna notizia (VIDEO)


Si è tenuta mercoledì in Consiglio regionale in un clima teso l'audizione dei sindacati del San Raffaele, chiesta due mesi fa insieme a quella del board che ha sostituito il Cda della fondazione in questa fase di profonda crisi. Quest'ultima mai concretizzata.
Per una decisione del presidente della commissione, Margherita Peroni, del PDL, l'incontro è avvenuto a porte chiuse, nonostante le proteste dei consiglieri di opposizione e la contrarietà del consigliere segretario della commissione Gian Antonio Girelli. Non solo, con una decisione del tutto inedita, la presidente ha chiesto l'allontanamento dei funzionari e anche delle rappresentanze sindacali interne che, come da prassi, accompagnavano i delegati di settore delle diverse sigle. Solo la minaccia di compiere un'audizione separata, aperta ai giornalisti, ha convinto la Peroni a richiamarli in Aula.
Anche questo è un segnale della tensione che la vicenda del san Raffaele sta creando in seno al centrodestra e in particolare negli ambienti più vicini al governatore. Anche per questo motivo il PD, con le altre forze di opposizione, insiste sulla commissione d'inchiesta. La formale richiesta sarà depositata nei primi giorni della prossima settimana e l'ufficio di presidenza avrà due settimane di tempo per istituirla.

da BlogDem

tema POLITICHE SOCIALI

UN NUOVO WELFARE BASATO SULLA DOMANDA
Parte con il 2012 il sistema della voucherizzazione


Cambia il modello di welfare lombardo. Lo ha spiegato, esplicitando le nuove Regole di sistema 2012, l'Assessore Boscagli alla commissione Sanità del Consiglio regionale. Le parole chiave di questo cambiamento sono liberalizzazione e voucherizzazione. Si passerà da un sistema basato sull'offerta ad un sistema basato sulla domanda. Questo dovrebbe, nell'ottica regionale, favorire la competitività e aumentare le possibilità di scelta per l'utenza. "Tali obiettivi - dice Carlo Borghetti - non sono affatto certi, né scontati: dipenderà da come si cambierà il sistema. La preoccupazione è che non si attivi una competizione basata sui costi a scapito delle garanzie e della qualità dei servizi erogati". Per le unità di offerta residenziali (RSA e RSD) saranno sospesi nel 2012 ulteriori nuovi contratti con le ASL. Sarà inoltre avviato un percorso di revisione del sistema di classificazione delle persone ospiti delle residenze basandosi sui bisogni di un'utenza sempre più diversificata e complessa da gestire. "A questo proposito - sostiene Borghetti - è necessario correlare meglio i contributi SOSIA regionali destinati alle varie tipologie di ospiti all'effettivo carico di lavoro assistenziale, cosa che oggi non avviene". L'obiettivo della Regione di voler accrescere il grado di libertà dei cittadini attraverso la voucherizzazione (cioè appunto l'attribuzione di una somma di denaro direttamente al soggetto bisognoso anziché agli enti gestori) rischierebbe di tradursi in una soppressione del rapporto diretto tra il sistema sanitario nazionale e le RSA. "È una rivoluzione - spiega Borghetti - che non può essere messa in atto con delibere di giunta regionale senza che vi sia stato prima un vero percorso di partecipazione e di confronto tra tutti i soggetti interessati e competenti. E certamente non può essere disatteso il ruolo di indirizzo che è proprio del Consiglio regionale, quantomeno attraverso il coinvolgimento delle sue articolazioni, a partire dalla commissione Sanità".
"Quello che è certo - conclude il consigliere - è che in uno scenario di risorse sempre più scarse e di bisogni della popolazione anziana che crescono al crescere della popolazione stessa, il sistema deve essere cambiato in nome della appropriatezza delle cure e non certo in funzione dei tagli". La posizione di Uneba (Unione nazionale istituzione e iniziative di assistenza sociale) è al momento critica sul fatto di spostare il baricentro del Welfare dall'Offerta alla Domanda.

GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE
Far finta di nulla non è più possibile, bisogna discutere al più presto i progetti di legge presentati da tempo (VIDEO)


"Regione Lombardia non può continuare a ignorare il problema della violenza sulle donne". A denunciarlo mercoledì, nel corso di una conferenza stampa, è stata la vicepresidente del Consiglio regionale, Sara Valmaggi, insieme alla capogruppo di SeL, Chiara Cremonesi e alla presidente della Casa di accoglienza delle donne maltrattate, Manuela Ulivi.
"Contrariamente a quanto avviene in molte altre regioni del Paese - dichiara Valmaggi -, in Lombardia non esiste alcuna normativa che riconosca le case delle donne, i servizi e i centri antiviolenza. Non si considera il fatto che svolgono una funzione fondamentale di presidio nella rete dei servizi alla persona, né che diventa indispensabile una forma di finanziamento che dia garanzia di omogeneità e continuità".
Va ricordato che, dalla scorsa legislatura, il centrosinistra ha avanzato proposte per porre rimedio ad una mancanza che, alla luce dei tagli operati sugli Enti locali rischia di provocare la chiusura di realtà ricche di competenze, di esperienza e in grado di operare sul territorio in condizioni molto delicate a causa del muro di silenzio e delle paure che accompagnano il fenomeno. Peraltro si tratta delle uniche realtà capaci di fornire i dati sulla portata del fenomeno dei maltrattamenti e sulle conseguenze sociali ed economiche dello stesso, poiché ad oggi nella regione, non solo non esiste la legge, ma neppure alcun sistema di monitoraggio.
Continua la consigliera regionale: "All'inizio della legislatura sono stati presentati tre progetti che mirano alla messa in atto di interventi di prevenzione e di contrasto della violenza di genere e l'istituzione di un fondo regionale di finanziamento dei centri antiviolenza delle donne. Nessuno di questi è stato portato all'attenzione del Consiglio, nonostante il 23 novembre dello scorso anno, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, sia stata approvata dall'aula, all'unanimità, una mozione che impegnava la Giunta ad elaborare un piano antiviolenza volto a istituire una rete di prevenzione e accoglienza, tra soggetti istituzionali, volontariato, realtà associative, case delle donne maltrattate". Una mozione rimasta lettera morta visto che i progetti presentati giacciono ormai da un anno presso la terza commissione.
"La rete lombarda dei centri antiviolenza- ha sottolineato poi la Ulivi, presidente della Casa di Accoglienza - ritiene che ignorare il progetto di legge di iniziativa popolare sia un fatto gravissimo, che impedisce anche la distribuzione corretta delle risorse finanziarie utili alla sopravvivenza delle case di ospitalità, facendo mancare alle donne quel sostegno utile per uscire dal pericolo che stanno vivendo. Chiediamo una legge che faccia chiarezza sulle competenze di chi si occupa della violenza contro le donne e che sostenga le associazioni di volontariato che da anni sul tema hanno di fatto sostituito l'intervento pubblico".
"Chiediamo- conclude Sara Valmaggi - che i progetti di legge giacenti siano portati al più presto all'attenzione della commissione Sanità e venga fatto lavorare il gruppo ristretto al fine di approdare ad una discussione in aula. Non si può tollerare un nuovo 25 novembre senza alcun intervento a favore delle donne maltrattate".


da BlogDem

tema ISTITUZIONI E POLITICA

IL 6 DICEMBRE IN AULA L'ABOLIZIONE DEI VITALIZI
Approvata la norma in commissione. Via anche il trattamento di fine mandato. Risparmi da subito per un milione di euro l'anno


"Esattamente centosessantuno giorni dopo la presentazione del nostro progetto di legge, il 6 dicembre l'abolizione dei vitalizi e il taglio dei costi della politica saranno sanciti dal Consiglio regionale della Lombardia. Per un gruppo di opposizione è un grande risultato, raggiunto con un positivo lavoro condiviso che fa onore a tutto il Consiglio e ai gruppi consigliari". Con queste parole Maurizio Martina ha sottolineato l'importanza del passo compiuto giovedì 24 dalle commissioni congiunte Bilancio e Affari istituzionali, che hanno licenziato il progetto di legge per la riduzione dei costi della politica. La norma ha dunque compiuto il primo step istituzionale e sarà discussa e votata definitivamente in Aula il 6 dicembre prossimo.
"Bene dunque il lavoro compiuto sino a qui - ha continuato Martina - A nostro parere occorre compiere ancora un ultimo passo: sosterremo in Consiglio che un gesto va compiuto anche sui vitalizi che si stanno già erogando attraverso uno specifico contributo e riproporremo anche l'idea di un progressivo innalzamento a 65 anni dell'età per poter accedere al vecchio vitalizio per i consiglieri che ancora ne hanno diritto".
"Nella legge votata oggi in commissione ci sono le novità che abbiamo sostenuto - ha concluso il segretario del PD - l'abolizione dei vitalizi, il taglio delle indennità e la forte riduzione del trattamento di fine mandato, che alla fine si è deciso unanimemente di cancellare del tutto. C'è qualcosa in più, con le modifiche apportate in commissione, come il maggior prelievo per chi sarà assente alle sedute di Consiglio e di Commissione e l'abolizione totale anche dei rimborsi per i viaggi fuori regione".
Con queste norme ci sarà da subito un risparmio di un milione di euro l'anno, tra riduzione delle indennità e taglio dei viaggi. Il sistema dei vitalizi grava invece sulle casse del Consiglio per 4,5 milioni di euro e tendenzialmente questo costo andrà ad azzerarsi.
Il progetto di legge approvato in commissione stabilisce l'abolizione dei vitalizi e del trattamento di fine mandato, il taglio del 10% delle indennità dei consiglieri dal primo gennaio 2012 e l'uso dei parametri Istat per aggiornare le retribuzioni oggi agganciate a quelle dei parlamentari. È stato approvato poi un emendamento che aumenta la trattenuta sulla diaria per ogni seduta mancata dal singolo consigliere (da 1/18 a 1/12).

tema TRASPORTI E INFRASTRUTTURE

IN TRENO PER ESSERE MODERNI
In un libro, voluto da Alloni, il progetto di un diretto tra Crema-Milano che è anche stile e qualità di vita


Un libro per raccontare non solo un progetto, ma un modo di intendere la mobilità e, quindi, uno stile di vita. E' il 'quaderno di lavoro', così lo definisce Agostino Alloni, il consigliere regionale del Pd che lo ha voluto, intitolato "Treno diretto Crema-Milano - In viaggio verso la modernità". Ed è stato presentato, non per caso, nella sala d'attesa della stazione ferroviaria di Crema. Alloni vi ha lavorato assieme al giornalista Paolo Loda, che ne ha curato la pubblicazione. All'illustrazione del testo erano presenti anche gli ingegneri Aldo Molinari e Diego D'Elia, che sono i professionisti che hanno realizzato lo studio sulla fattibilità del collegamento diretto.
Ma il libro non prende solo spunto dal progetto del treno diretto: fa il punto sui temi della mobilità più in generale, a partire dai problemi dei pendolari delle linee ferroviarie tra Crema, il territorio circostante e l'area metropolitana milanese. Il lavoro affronta perciò le questioni infrastrutturali (paullese, metropolitana, sistema ciclabile…) mettendo in rilievo la mancanza di dialogo tra ferro e gomma.
Nel testo (130 pagine, tantissime fotografie, edito con le risorse del Gruppo consiliare regionale del Pd) si trova anche il contributo di idee di economisti, docenti, urbanisti, esperti di mobilità di rilievo nazionale, come Marco Vitale, editorialista del Sole 24 Ore, Francesca Zajczyk, sociologa, Cesare Macchi Cassia, docente del Politecnico di Milano.
"La mobilità, al pari dei temi che riguardano la salute, il lavoro, le imprese e la difficoltà delle famiglie ad arrivare a fine mese, è per la Lombardia una priorità - scrive Alloni nel libro -. Arrivare al lavoro o a scuola, spostarsi da una città all'altra non è più solo una questione di efficienza, di dignità per gli utenti e qualità della vita per i cittadini, ma diventa sempre più una questione di civiltà, di competitività dei singoli territori e quindi una questione legata allo sviluppo e al rilancio economico. Ecco perché da oltre un anno, da quando siedo al Pirellone, mi sto battendo principalmente su queste tematiche".
l'iniziativa a Milano lunedì 28 novembre, a Palazzo Pirelli

tema AGRICOLTURA

TANTE CASE DELL'ACQUA. GRAZIE AL PD
Via libera della Giunta regionale ai contributi per la realizzazione dei distributori. Dopo una lunga battaglia del Partito democratico


Case dell'acqua presto in tutta la Lombardia grazie al Pd. Il quale, da tempo preme per una visione diversa dello sfruttamento e dell'utilizzo dell'acqua. In primis, quella che serve per dissetare la popolazione. Libera, gratuita, salubre. In piazza, come una volta da pozzi e fontane. Ora sarà possibile averla semplicemente recandosi a un distributore pubblico. La Giunta regionale ha dato il via libera all'assegnazione alle Province lombarde e al Comune di Milano del contributo per la realizzazione dei nuovi distributori di acqua potabile, le cosiddette case dell'acqua, appunto.
"Da tempo avevamo cominciato a sostenere l'importanza di questi punti di distribuzione nell'ottica di una diversa visione dello sfruttamento dell'acqua", commenta Fabrizio Santantonio che a luglio scorso aveva presentato un emendamento, approvato dal consiglio regionale, che si proponeva, appunto, di assicurare i finanziamenti necessari alla realizzazione di questi progetti.
Ma la questione dell'acqua come bene comune, ricorda ancora Santantonio, "è sempre stata una battaglia del Pd in consiglio". E ricorda le pressioni esercitate per aumentare i canoni di concessione da utilizzare per l'acqua pubblica, il referendum sull'acqua pubblica e la battaglia contro una legge regionale che intendeva tagliare fuori i comuni dalla gestione delle reti idriche.
Adesso, con questa delibera di Giunta, "verranno messi a capitolo 800mila euro - prosegue Santantonio - e ciò significa centinaia di case dell'acqua in tutta la Lombardia.
"Con questo contributo vengono fatti dei bandi per aiutare e sostenere la costruzione e la gestione di nuovi punti acqua sul territorio regionale - spiega Santantonio -. Si tratta di un'operazione di grande valore perché contribuisce a implementare il consumo e la cultura dell'acqua pubblica, a portare un risparmio notevole per le famiglie che spendono centinaia di euro l'anno per l'acqua in bottiglia, e con un piccolo incentivo Regione Lombardia riesce a dare un innesco economico non di poco conto".
In termini di risparmio ambientale una maggiore sensibilizzazione su questo tema porterà a un equilibrio tra consumo di acqua in bottiglia e di quella direttamente erogata dalla rete del servizio idrico. A sostenere questa scelta sono i numeri: l'Italia è il primo paese d'Europa e terzo nel mondo per consumo di acqua in bottiglia, con un consumo medio (dati 2007) di 196 litri per abitante l'anno. In generale 2 italiani su 3 non si fidano dell'acqua del rubinetto. Nel Belpaese per il trasporto dell'acqua in bottiglia circolano ogni anno circa 300mila tir e solo nel 2009 sono stati raccolti 6 miliardi di bottiglie di plastica.

linea
SUL TERRITORIO
 

[Bergamo]
VARIANTE DI CISANO BERGAMASCO, MARTINA SCRIVE A FORMIGONI
Lettera firmata con Valerio Bettoni, ex presidente della Provincia. La Regione Lombardia mantenga le promesse sullo stanziamento dei fondi

I consiglieri regionali bergamaschi Maurizio Martina e Valerio Bettoni hanno indirizzato questa settimana una lettera al Presidente regionale Roberto Formigoni e all'assessore alla mobilità Raffaele Cattaneo per chiedere loro di sostenere con impegni concreti la realizzazione della variante di Cisano Bergamasco.
Il 15 settembre scorso, ricordano nella lettera i due esponenti politici di opposizione, la Provincia di Bergamo ha inviato alla Regione una richiesta di finanziamento pari a 14,18 milioni di euro da ripartirsi su sei annualità a partire dal 2012, con la possibilità di rinegoziare il ribasso d'asta relativo alla quota di stanziamento regionale, come già avvenuto per la variante di Zogno. Il finanziamento in oggetto è una quota del primo lotto funzionale, il cui importo complessivo, indicato nel progetto, ammonta a 40 milioni, cifra che verrebbe in parte compensata dalla disponibilità dei fondi del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica.
Martina e Bettoni concludono la loro lettera ribadendo il loro sostegno alla proposta avanzata dalla Provincia di Bergamo e l'auspicio che "Regione Lombardia possa confermare lo stanziamento necessario".


[Brescia]
PIANO D'AREA DI MONTICHIARI, NIENTE NUOVE CAVE NÉ DISCARICHE
La commissione Territorio accoglie le osservazioni del PD. Ma per essere certi occorrerà attendere il passaggio in Consiglio

Niente nuove cave né ampliamenti di cave esistenti, rinaturalizzazione dei siti estrattivi e nessuna nuova discarica. È questo il contenuto di alcuni emendamenti accolti martedì scorso in commissione Territorio in merito al Piano d'area di Montichiari. Sia il presidente di commissione Giorgio Pozzi che il Relatore Mauro Parolini, entrambi del PDL, hanno appoggiato le modifiche al testo proposte dal Pd senza dover ricorrere al voto specifico.
Gli uffici adesso formuleranno dunque i nuovi documenti tenendo conto che non ci devono essere nuove cave e discariche e neppure ampliamenti nelle aree di pertinenza del Piano d'area.
Soddisfazione con cautela da parte dei consiglieri: considerato l'impegno del relatore a modificare il testo occorrerà attendere la stesura definitiva per avere la certezza che questi emendamenti siano recepiti.


[Lecco]
MERATE, RAFFORZATO IL MANDIC
Inaugurato un nuovo blocco operatorio. Ora, dice il Pd, bisogna favorire un polo meratese di ricerca e cura

L'ospedale "San Leopoldo Mandic" di Merate (Lecco) ha appena inaugurato un nuovo blocco operatorio. Solo qualche mese fa il Gruppo regionale del Pd, nel suo tour lecchese dentro il programma di "Sempre connessi con i lombardi", aveva visitato la struttura raccogliendo le istanze della dirigenza. E proprio nei giorni scorsi Carlo Spreafico, consigliere regionale del Pd e consigliere segretario dell'Ufficio di presidenza del Consiglio regionale, è intervenuto questa mattina all'inaugurazione del nuovo blocco operatorio dell'Ospedale.
"La cerimonia - ha dichiarato Spreafico - va ben oltre il significato dell'ammodernamento tecnologico e della creazione di sale all'avanguardia. L'inaugurazione del nuovo blocco operatorio sancisce, una volta di più, il torto di tutti coloro che in questi anni hanno continuato a non credere nella possibilità dello sviluppo del presidio ospedaliero lecchese. Il "Mandic" di Merate, come sostengo da tempo - ha proseguito Spreafico - si conferma invece un presidio fondamentale per il territorio e perdere questa struttura avrebbe voluto dire compromettere la capacità di risposte ai bisogni dei cittadini, indebolendo anche l'Ospedale di Lecco. Ora bisogna sfruttarne le grandi potenzialità con un accordo organico per la ricerca utilizzando la collaborazione dell'Inrca di Casatenovo per favorire lo sviluppo di un polo meratese di ricerca e cura all'altezza della domanda di salute della provincia lecchese".


linea
APPUNTAMENTI
 
PROGRAMMA DELLA SETTIMANA

il calendario della settimana


[Milano]
VENERDÌ 25 NOVEMBRE IL GRUPPO DEL PD INCONTRA LA MARTESANA

"CONNESSI CON I LOMBARDI"
Tour Martesana- 25 novembre

Venerdì 25 novembre

Ore 7.00 - 8.30 volantinaggio presso le stazioni del metrò e ferroviarie
Metrò: Gessate, Cassina dé Pecchi, Vimodrone
Stazioni treni : Cassano d'Adda, Melzo, Vignate
con: Fabio Pizzul, Luca Gaffuri

Ore 10.00 incontro presso presidio lavoratori Jabil Strada Padana Superiore, Cassina De' Pecchi
con: Fabio Pizzul, Luca Gaffuri, Enrico Brambilla, Arianna Cavicchioli

Ore 11.00 incontro con i lavoratori dell' azienda Thales Alenia a Vimodrone presso Biblioteca Civica di Vimodrone via Battisti, 50
con: Fabio Pizzul, Luca Gaffuri, Enrico Brambilla, Arianna Cavicchioli

La Conferenza Stampa durante il tour della Martesana si terrà nella Biblioteca di Vimodrone, via Battisti, 50
con: Fabio Pizzul, Luca Gaffuri, Enrico Brambilla, Arianna Cavicchioli e Francesco Prina

Ore 14.30 visita presso l'Ospedale di Melzo in via Volontari del Sangue, 5
con: Fabio Pizzul, Luca Gaffuri, Enrico Brambilla, Arianna Cavicchioli, Francesco Prina e Alessandro Alfieri

Ore 16.30 incontro con tutti gli amministratori di zona
presso Sala consiliare del Comune di Cernusco sul Naviglio in Piazza Unità d'Italia
con: Fabio Pizzul, Luca Gaffuri, Gian Antonio Girelli, Alessandro Alfieri

sempre connessi con la martesana - il tour delle province del gruppo pd

[Como]
VENERDI' 25 NOVEMBRE A ERBA SI PARLA DELL'ATTUALITA' DEL CATTOLICESIMO DEMOCRATICO

"Il pensiero di Giuseppe Lazzati e l'attualità del cattolicesimo democratico"
Venerdì 25 Novembre ore 21.00 presso Sala Isacchi - Ca Prina Via Prina, 1 Erba
con:
Fabio Pizzul - Franco Monaco e Paolo Furgoni
il volantino

[Milano]
SABATO 26 NOVEMBRE ALLE STELLINE: FIDUCIA NELLA CULTURA, FIDUCIA NEL PAESE

FIDUCIA NELLA CULTURA, FIDUCIA NEL PAESE
Il PD incontra il mondo della cultura a Milano e in Lombardia. Dalle 9,30 alle 14, Palazzo delle Stelline Corso Magenta, 61 - (MM2 Cadorna)



introduce EMILIA DE BIASI
contributi di MATTEO BIANCHI, PAOLA BOCCI, STEFANO BOERI, FRANCESCO LAFORGIA, MAURIZIO MARTINA, FABIO PIZZUL, FRANCESCO VERDUCCI
interventi di esponenti del mondo della cultura, parlamentari, consiglieri regionali e amministratori locali del Partito Democratico della Lombardia

[Milano]
DOMENICA 27 ALLA CASA DI ALEX INCONTRO CON DEBORA SERRACCHIANI

DOMENICA 27 NOVEMBRE
ore 9.30 - Casa di Alex - Via Moncalieri, 5 - Milano
Incontro con
Debora Serracchiani
Direzione Nazionale PD
per parlare delle prospettive dell'Italia
nella nuova fase politica che si sta aprendo
Intervengono:
ENRICO BORG - Consigliere provinciale Pd
EMANUELE LAZZARÌNÌ Consigliere Comunale Pd
FRANCO MIRABELLI Consigliere Regionale Pd
ONORIO ROSATI - Segretario Generale Camera del Lavoro di Milano
Coordina Mariangela Rustico, segretaria provinciale PD

il volantino

[Como]
DOMENICA 27 A COMO LE PRIMARIE PER IL CANDIDATO SINDACO

L'APPELLO AL VOTO DEI SEGRETARI

Domenica 27 novembre si svolgeranno a Como le primarie per eleggere il candidato Sindaco del centrosinistra in vista delle elezioni amministrative del 2012.

Il Partito Democratico ha sempre ritenuto che le primarie fossero lo strumento per mobilitare le migliori energie a condizione che queste elezioni fossero vere, aperte e realmente contendibili.

Le primarie 2011 a Como sono ciò che avevamo auspicato a luglio quando abbiamo avviato il percorso: quattro candidati accomunati dalla medesima passione per il bene della città e dal giudizio negativo sui vent'anni di governo di centrodestra e della Lega.

L'obiettivo è che il 27 novembre vincano innanzitutto le primarie per Como.

Quanto maggiore sarà la mobilitazione e la partecipazione, tanto più forte sarà il progetto che abbiamo condiviso, e più autorevole e legittimato il candidato Sindaco che vincerà.

Partecipare alle primarie sarà il primo segnale della volontà di voltare pagina a Como affinché persone serie, credibili e affidabili possano governare per il bene della città senza sperperare risorse pubbliche e lasciando da parte divisioni e atteggiamenti inconcludenti.

Una volta concluse le primarie continuerà il percorso di partecipazione e di coinvolgimento dei cittadini per la costruzione di un programma condiviso con il sostegno leale di tutti i candidati e delle forze politiche e civiche che hanno promosso le primarie.

L'obiettivo era e rimane quello di vincere le elezioni amministrative la prossima primavera.
Ecco perché vi invitiamo a partecipare e a far partecipare alle primarie il prossimo 27 novembre.
Per Como e per il suo futuro!

Savina Marelli - Segretario Provinciale di Como
Stefano Legnani - Segretario Cittadino di Como

maggiori info su www.blogdem.it/como/


[Milano]
LUNEDI' 28 ANCHE A MILANO SI PARLERA' DEL PROGETTO CREMA-MILANO

Lunedi 28 novembre alle ore 10 presso la Sala Gonfalone, Palazzo Pirelli, via Fabio Filzi 22, a Milano, insieme al giornalista Paolo Loda, Agostino Alloni presenterà il libro "Treno diretto Crema-Milano. In viaggio verso la modernità".
L'incontro sarà coordinato dal capogruppo regionale PD, Luca Gaffuri.
Interverranno Raffaele Cattaneo (assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia) e Pierfrancesco Maran (assessore alla Mobilità del Comune di Milano).
Saranno presenti i consiglieri regionali Pd Franco Mirabelli, Stefano Tosi, Francesco Prina, Giuseppe Villani e Giuseppe Civati.

l'invito
l'invito

[Monza Brianza]
MARTEDI' 29 NOVEMBRE A VIMERCATE SI PARLA DI IMPRESA E DI AMBIENTE

Fare impresa nel rispetto dell'ambiente
Esperienze e prospettive di Green economy attraverso il Patto dei Sindaci
Martedì 29 Novembre 2011, ore 17.00-19.30
Fondazione Idra (Sala Convegni Villa Gussi)
Via Mazzini 41, Vimercate
il programma

MERCOLEDI' 30 NOVEMBRE CON I LAVORATORI E LE LAVORATRICI DELLA WHIRLPOOL

CON I LAVORATORI E LE LAVORATRICI DELLA WHIRLPOOL
Mercoledì 30 novembre - ore 21
Centro Sociale Anziani - Cassinetta di Biandronno (via Trento - zona Chiesa)
Interverranno:
Emiliano CACIOPPO - Resp.Lavoro Segreteria provinciale PD
Alessandro ALFIERI - Consigliere Regionale PD
Stefano TOSI - Consigliere Regionale PD
Claudio AMBROGI - Segretario Circolo PD Whirlpool
L'evento è organizzato dai Circoli Pd di: Biandronno - Besozzo/Sangiano - Travedona Monate/Cadrezzate - Brebbia/Bregano/Malgesso - Varano Borghi/Ternate

[Varese]
GIOVEDI' PRIMO DICEMBRE A SARONNO SI PARLA DI SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

Giovedì 1 dicembre 2011 - ore 21.00
Auditorium Aldo Moro, in Viale del Santuario, Saronno
incontro sul tema
IL SERVIZIO IDRICO DOPO I REFERENDUM: QUALI PROSPETTIVE PER LA LOMBARDIA, LA PROVINCIA DI VARESE, I COMUNI

Interverranno
MARIO ASPESI
Capogruppo PD in consiglio provinciale
ALESSANDRO ALFIERI
Consigliere regionale PD
FABRIZIO TARICCO
Segretario PD provincia Varese

Introduce e modera:
NICOLA GILARDONI
Segretario PD - Circolo di Saronno

il volantino


[Como]
1-4 DICEMBRE A LARIOFIERE LA QUARTA EDIZIONE DI YOUNG, ORIENTA IL TUO FUTURO

YOUNG - Riapre i battenti
Il Salone dell'Orientamento Scuola, Formazione, Università, Lavoro
Non solo teoria nella formazione del futuro: lo conferma YOUNG - Orienta il tuo futuro, l'innovativo salone-workshop per orientare i giovani a università, lavoro e non solo.
Date e Orari:
Giovedì 1 dicembre dalle 9 alle 13,30
Venerdì 2 dicembre dalle 9 alle 13,30
Sabato 3 dicembre dalle 9 alle 18
Domenica 4 dicembre dalle 10 alle 17
INGRESSO E PARCHEGGIO GRATUITI
Lario Fiere
Viale Resegone, 22036 Erba (Co)

presentazione dell'iniziativa

maggiori informazioni sul sito dedicato: www.young.co.it

[Brescia]
GIOVEDI' PRIMO DICEMBRE A BOARIO TERME SI PARLERA' DI ANZIANI E SPESA SOCIALE

NONNO DAY 2011
CREATO, AMBIENTE, CIBO
BOARIO TERME - 1 - 2 - 3 - 4 DICEMBRE 2011
HOTEL SAN MARTINO - VIA SAN MARTINO, 28 - TEL. 0364-531209

1° GIORNO GIOVEDI' - 1 DICEMBRE 2011
Ore 10,00 " La crisi economica, gli anziani e la spesa sociale della Regione Lombardia "
Dott. Aldo PEDRINI - Direttore ASL Vallecamonica
Interventi:
Sara VALMAGGI - Vicepresidente Consiglio regionale della Lombardia
Marco DOSSENA - Assessore ai servizi sociali Comune di Darfo B.T.
Vincenzo RACO - Presidente Fondazione Santa Maria della Neve - Pisogne
Moderatore Massimo BOCCI responsabile EPACA Lombardia

il programma completo

[Milano]
VENERDI' 2 DICEMBRE A SESTO: LUIGI LONGO, IL GARIBALDI DEL NOVECENTO

LUIGI LONGO, IL GARIBALDI DEL NOVECENTO
lo volevo cambiare il mondo
2 dicembre 2011, ore 20.30
Teatro Manzoni
Piazza Petazzi 16 - Sesto San Giovanni (MI)
Opera civile
da un 'idea di Angelo Ferranti
testi di Silvano Piccardi e Beba Slijepcevic
musiche del Trio Scraps Ensamble
in scena Elisabetta Vergani e Alberto Mancioppi
con testimonianze video di quanti lo incontrarono
regia teatrale di Silvano Piccardi

ne parlano
Aldo Tortorella, Gianni Cervetti, Maria Luisa Righi
Carlo Ghezzi, Sara Valmaggi e Giorgio Oldrini

presiede
Franco Cazzaniga Presidente Fondazione Elio Quercioli

il volantino

[Pavia]
LA SETTIMANA DI VILLANI

SABATO 26 NOVEMBRE 2011
15 - Certosa di Pavia - dibattito sul fotovoltaico e le fonti rinnovabili - il volantino

20 - Broni - cena AMREF - il volantino

DOMENICA 27 NOVEMBRE 2011
10 - Rivanazzano - inaugurazione sede PD
11 - Pavia - Coldiretti/giornata del Ringraziamento
12.30 - Casteggio - Fiera del Tartufo
16 - Santa Giuletta - Fiera di S.Colombano

LUNEDI' 28 NOVEMBRE 2011
14 - Milano - AREADEM

MARTEDI' 29 NOVEMBRE 2011
21 - Pavia - Stati Generali della Cultura

MERCOLEDI' 30 NOVEMBRE 2011
13.45/14/15 Lombardia Channel

GIOVEDI' 1 DICEMBRE 2011
21 - Gambolò - dibattito sull'amianto

VENERDI' 2 DICEMBRE 2011
21 - Pavia - assemblea cittadina

linea
BANDI
 

< IN SCADENZA > ELIMINAZIONE DI BARRIERE ARCHITETTONICHE NEGLI EDIFICI RESIDENZIALI PRIVATI (DECRETO 3511/2014)
Finalità:
Beneficiari: Privati - Le persone diversamente abili con menomazioni o limitazioni permanenti, di carattere fisico o di carattere sensoriale o di carattere cognitivo, ivi compresa la cecità, che incontrano ostacoli, impedimenti o limitazioni ad usufruire, in condizioni di adeguata sicurezza ed autonomia, degli spazi nell'edificio nel quale hanno la loro residenza anagrafica o assumano la residenza entro il 30 giugno 2015;
Scadenza: 10/09/2014 dal 3 giugno al 10 settembre 2014. Le domande vanno depositate presso il Comune in cui è situato l'immobile.

Link: http://www.regione.lombardia.it/shared/ccurl/219/829/BURL 17.03.2014.pdf

DECRETO N. 6415 DEL 3 LUGLIO 2014 -  AZIONI DI RETE PER IL LAVORO
Finalità:
Beneficiari: altro - partenariato territoriale, con le seguenti caratteristiche: il soggetto capofila deve essere un operatore accreditato da Regione Lombardia ai servizi al lavoro; la rete deve comprendere almeno tre soggetti (incluso il capofila), tra quelli di seguito indicati: aziende; enti locali territoriali; parti sociali; distretti e metadistretti industriali; distretti commerciali ; camere di commercio; fondazioni grant making; advisor o consulenti direzionali o di outplacement; consulenti/società di outplacement; operatori accreditati (al lavoro e/o alla formazione); operatori autorizzati nazionali; agenzie per il lavoro (APL); organizzazioni del terzo settore; istituzioni scolastiche, formative e universitarie
Scadenza: dal 14 luglio 2014 fino ad esaurimento delle risorse disponibili

Link: http://www.regione.lombardia.it/shared/ccurl/65/664/Allegato Avviso Reti.pdf

DECRETO N. 4766 DEL 5 GIUGNO 2014 -  SOSTEGNO AI CONTRATTI DI SOLIDARIETÀ
Finalità:
Beneficiari: Imprese - le imprese che hanno - sede legale o unità operative attive da almeno un anno nella Regione Lombardia; - stipulato o rinnovato un contratto di solidarietà a decorrere dal 27 dicembre 2013, data di entrata in vigore della legge regionale 21/2013, che preveda una riduzione d'orario di almeno il 40 per cento del normale orario di lavoro; - ottenuto l'autorizzazione del Contratto di solidarietà con decreto emesso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. La domanda di accesso al contributo deve essere presentata a Regione Lombardia entro 6 mesi dalla data di autorizzazione del Contratto di solidarietà con decreto emesso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Scadenza: a partire dal 9 giugno 2014 fino ad esaurimento risorse

Link: http://www.regione.lombardia.it/shared/ccurl/771/31/decreto 4766 del 5 giugno 2014.pdf

Decreto 2185/2014 -  BANDO CON.CRE.T.A.- CONTRIBUTI AL CREDITO PER IL SISTEMA DEL TURISMO E DELL'ACCOGLIENZA
Finalità:
Beneficiari: Imprese - micro, piccole e medie imprese del turismo, del commercio alimentare al dettaglio e dei pubblici esercizi (bar e ristoranti)
Scadenza: a partire dalle ore 10.00 di giovedì 10 aprile 2014 - procedura "a sportello" fino ad esaurimento fondi

Link: http://www.regione.lombardia.it/shared/ccurl/379/876/Decreto 14 marzo 2014 - n. 2185 Lombardia concreta - Approvazione bando per l’accesso al fondo per l’abbattimento interessi .pdf

BANDI CARIPLO 2014 - ARTE E CULTURA - PATRIMONIO CULTURALE PER LO SVILUPPO
Finalità:
Beneficiari: altro - Enti pubblici e privati nonprofit proprietari o titolari della gestione di beni culturali aventi sede nel territorio di riferimento di Fondazione Cariplo, singoli o in partenariato con altri soggetti pubblici e privati.
Scadenza: bando senza scadenza
Link: http://www.fondazionecariplo.it/static/upload/aec/aec-patrimonioculturale.pdf

BANDI CARIPLO 2014 - ARTE E CULTURA - PROTAGONISMO CULTURALE DEI CITTADINI
Finalità:
Beneficiari: altro - partenariati formati da soggetti pubblici o privati nonprofit che gestiscono a vario titolo i "luoghi della cultura" e da organizzazioni del Terzo settore radicate nel territorio d'intervento individuato.
Scadenza: bando senza scadenza
Link: http://www.fondazionecariplo.it/static/upload/aec/aec-protagonismoculturale.pdf

Bandi CARIPLO 2014 - Area servizi alla persona - HOUSING SOCIALE PER PERSONE FRAGILI
Finalità:
Beneficiari: altro - Enti del terzo settore e del privato sociale
Scadenza: Bando senza scadenza
Link: http://www.fondazionecariplo.it/static/upload/sap/sap-housingsociale.pdf

Bandi CARIPLO 2014 - Area servizi alla persona - SVILUPPO DELL'IMPRESA SOCIALE PER INSERIRE AL LAVORO PERSONE IN CONDIZIONI DI SVANTAGGIO
Finalità:
Beneficiari: altro - Cooperative sociali e imprese sociali: - costituite ed operative da almeno due anni (compresa iscrizione registri); - con attività principale e stabile di impresa sociale volta a garantire percorsi di inserimento lavorativo a persone svantaggiate; - per le quali sia trascorso almeno un anno dal termine di un eventuale altro progetto finanziato su questo bando
Scadenza: Bando senza scadenza
Link: http://www.fondazionecariplo.it/static/upload/sap/sap-inserimentolavorativo.pdf

SOSTEGNO A GENITORI SEPARATI IN SITUAZIONE DI DISAGIO ECONOMICO (DECRETO 6230/2013)
Finalità:
Beneficiari: Privati - Il genitore con uno o più figli minori, separato legalmente da non oltre tre anni, che si trovi, in seguito alla separazione, in situazione di grave e comprovato disagio economico: possibilità di accedere al contributo economico. Per richiedere il contributo, Il genitore del figlio minore deve trovarsi nella condizione di una Separazione legale ed effettiva da non più di tre anni; essere residente il Lombardia da almeno 5 anni; essere in una condizione di disagio dimostrato attraverso attestazione ISEE; avere sottoscritto un patto di corresponsabilità
Scadenza: esaurimento fondi

Link: http://www.famiglia.regione.lombardia.it/shared/ccurl/543/370/decreto%206230%20pdf.pdf

decreto n. 2542/2014 -  BANDO PER SOSTENERE LO SVILUPPO DELLA RETE DISTRIBUTIVA DI METANO LIQUIDO E BIOMETANO
Finalità:
Beneficiari: Imprese - l'iniziativa è diretta alle micro, piccole e medie imprese rientranti nella definizione di micro, piccola e media impresa secondo i parametri riportati nell'allegato I del Regolamento (CE) 800/2008, afferenti al settore commerciale (Sezione G Ateco 2007).
Spese ammissibili:
Scadenza: 30/09/2014 A sportello, fino a esaurimento delle risorse disponibili entro e non oltre il 30 settembre 2014
Link: http://www.regione.lombardia.it/shared/ccurl/283/776/Ddg 25 marzo 2014 _n.2542_Bando sviluppo rete distributiva lombarda di metano in accumulo liquido o di biometano destinato ai mezzi su gomma e rotaia.pdf

D.d.s. 7178/2014 -  BANDO ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI STRAORDINARI ANNO 2014 ALLE ASSOCIAZIONI E SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE LOMBARDE
Finalità:
Beneficiari: altro - Associazioni e società sportive dilettantistiche senza scopo di lucro iscritte al Registro Nazionale del CONI e alla sezione parallela del CIP ed affiliate a Federazioni sportive, Federazioni sportive paralimpiche, Discipline sportive associate o Enti di promozione sportiva.
Scadenza: 10/10/2014 dalle ore 10.00 del 18 settembre 2014 fino alle ore 16.00 del 10 ottobre 2014
Link: http://www.regione.lombardia.it/shared/ccurl/563/895/Dds_25_luglio_2014_n_7178.pdf

D.D.S. 7145/2014 -  IMPIANTI SPORTIVI DI PROPRIETÀ PUBBLICA: NUOVO BANDO PER L'ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI - INIZIATIVA ANNO 2014
Finalità:
Beneficiari: Amministratori - Comuni, Provincie, Comunità Montane in qualità di proprietari degli impianti sportivi fatta eccezione per i comuni beneficiari di contributo sulla misura regionale a sostegno della riqualificazione delle palestre scolastiche, approvata con DDS 13/12/2013 n.12217 e pubblicata sul Burl n.51 serie ordinaria del 18 dicembre 2013
Scadenza: 21/10/2014 a partire dalle ore 10.00 di mercoledì 15 ottobre 2014 entro e non oltre le ore 16.30 di martedì 21 ottobre 2014 modalità a sportello sino ad esaurimento risorse
Link: http://www.regione.lombardia.it/shared/ccurl/828/35/BURL_SO_31_del_29_luglio_2014.pdf

DECRETO 6759/2014 -  DISTRETTI DELL'ATTRATTIVITÀ - BANDO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI AREA VASTA
Finalità:
Beneficiari: Amministratori - Comuni lombardi aggregati nel Distretto dell'Attrattività
Spese ammissibili:
Scadenza: 30/10/2014 dalle ore 9.00 del 29 settembre 2014 fino alle ore 12.00

Link: http://www.regione.lombardia.it/shared/ccurl/832/382/Ddg 14 luglio 2014 n. 6759.pdf

D.d.u.o. 25 luglio 2014 - n. 7157 -  BANDO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PER LA RIDUZIONE DELL'INCIDENTALITÀ STRADALE SUL TERRITORIO LOMBARDO
Finalità:
Beneficiari: Amministratori - Province, Comuni lombardi e loro raggruppamenti
Spese ammissibili:
Scadenza: 27/11/2014 entro le ore 16.30
Link: http://www.regione.lombardia.it/shared/ccurl/170/988/Decreto 7157 del 25_07_2014.pdf

1418/2014 -  CONTRIBUTI A EVENTI DI RILIEVO REGIONALE, AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE N. 50/1986
Finalità:
Beneficiari: altro - enti pubblici o da soggetti di natura associativa che operano senza fini di lucro
Scadenza: 01/12/2014 entro il 31 maggio per le iniziative che si concludono entro il 30 giugno; entro il 1° dicembre 2014 per le iniziative che si concludono entro il 31 dicembre.
Link: http://www.regione.lombardia.it/shared/ccurl/241/324/DGR 1418 del 28 febbraio 2014.pdf

EDILIZIA SCOLASTICA - CONTRIBUTI PER INTERVENTI URGENTI E INDIFFERIBILI (DECRETO 2748/2014)
Finalità:
Beneficiari:  - Enti Locali proprietari di edifici adibiti a sedi di erogazione del servizio scolastico da parte delle autonomie scolastiche, in coerenza con il piano di dimensionamento di Regione Lombardia per gli anni 2013/2014 e 2014/2015
Scadenza: 31/12/2014 l'intervento finanziato dovrà essere avviato entro 6 mesi dall'assegnazione del beneficio e completato entro il 31 dicembre 2014

Link: http://www.lavoro.regione.lombardia.it/shared/ccurl/723/362/DGR 1335_2014,0.pdf

1771/2014 -  CONTRIBUTI REGIONALI PER L'ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE. BANDO 2014
Finalità:
Beneficiari:  - si rivolge alle giovani coppie (sposate tra il 1 giugno 2012 ed il 30 giugno 2015 e con meno di 40 anni alla data del matrimonio), le gestanti sole, i genitori soli con figli minori a carico e i nuclei familiari con almeno tre figli che alla data di presentazione della domanda abbiano, tra gli altri, i seguenti requisiti: non essere in possesso di altro alloggio adeguato in Lombardia; avere un reddito complessivo ISEE tra 9.000 e 40.000 euro. L'abitazione deve: essere acquistata tra il 1 giugno 2012 e il 30 giugno 2015; avere le caratteristiche per usufruire delle agevolazioni fiscali per l'abitazione principale; oessere di proprietà di uno o più componenti del nucleo familiare; avere un prezzo di acquisto non superiore a 280.000 euro
Scadenza: 04/09/2015 le domande possono essere presentate a partire dal 16 giugno 2014 e fino al 4 settembre 2015

Link: http://www.casa.regione.lombardia.it/shared/ccurl/636/377/Burl S.O. n. 21 del 19 maggio 2014.pdf

linea

Gruppo Consiliare PD in Regione Lombardia
NOVITA'
settegiorniPD
n.registrazione: 627 del 5 novembre 2001
Direttore responsabile: Fabio Pizzul
Redazione: Francesca Cunego, Elena La Mura, Valentina Lopez
, Federico Moro,
Renata Soria,
Laura Sebastianutti, Paola Stringa, Stefano Tessera
www.pdregionelombardia.it

NON RISPONDERE A QUESTA MAIL MA A:
newsletter@pdregionelombardia.it
Ricevete questa newsletter in quanto l’email a cui è inviata appare nei nostri elenchi, dove sono raccolti i nominativi di quanti hanno chiesto di ricevere informazioni periodiche dal Gruppo Consiliare del Partito Democratico in Regione Lombardia. Ai sensi dell'articolo 13 del D. Lgs. n. 196/2003 la informiamo che i suoi dati – che si limitano alle informazioni necessarie per poterle inviare comunicazioni in formato elettronico, per fax o per posta – saranno da noi utilizzati solo ed esclusivamente per l’invio di contenuti connessi alla nostra attività. Non saranno comunicati ad altri per alcun motivo e lei in qualsiasi momento potrà chiedere di consultarli, modificarli o cancellarli con una e-mail a newsletter@pdregionelombardia.it.