Fontana e Caparini smettano di raccontare storie sulla sanità