Fanghi: il corretto riutilizzo agronomico non interessa nemmeno la nuova giunta