Educatori professionali sociosanitari: la regione non abbandoni i professionisti che ha formato