Statale 36: il nostro ordine del giorno approvato a metà, un’occasione mancata