Dote scuola: ci vuole maggiore attenzione per chi è più in difficoltà