Coronavirus: giuste maggiori restrizioni, parlare di serrata totale crea solo confusione