Coronavirus: meno uscite mediatiche, grazie