Disabili: test e tamponi ai centri diurni, ma gli utenti dei servizi domiciliari sono di serie B?