Medici di famiglia: la Regione senta subito le organizzazioni di categoria