Senza medicina territoriale il Covid ha la meglio