Deplorevoli gli esponenti di centrodestra che per lucrare consensi illudono i cittadini bresciani. Sono 8 e non 103 i comuni che avranno priorità nelle somministrazioni