La Regione guardi alla cultura come motore per la ripartenza socioeconomica