Per Tar Lombardia la stagione può proseguire ma conferma superficialità di Regione