Inaccettabile la disparità tra gli ospedali di Milano e il Papa Giovanni XXIII