Fontana cambia la legge elettorale: uno schiaffo ai lombardi per paura di perdere il consenso