Trenord: un bilancio da urlo, ma quello dei pendolari