testata (1)
Numero 470 del 12 luglio 2019

L'Editoriale Vento siberiano

Il Burian è un vento gelido che proviene dalla Siberia e porta freddo polare e neve abbondante anche in pianura. Siamo fuori stagione, ma il Burian è arrivato in Lombardia gelando tutti coloro che credevano davvero in una Lega capace di fare l’interesse degli italiani. L’ormai citatissimo Savoini, passato in pochi anni da opinionista juventinissimo a longa manus tesa a Putin, crea più di un imbarazzo a Salvini e sudditi vari che hanno già tentato di scaricarlo, ma il Capitano e i suoi sottufficiali devono spiegazioni all’Italia intera.
Se non difendono gli italiani, figuriamoci i lombardi…
La telenovela autonomia sta facendo perdere le staffe a Fontana, che alza la voce contro il centralismo romano, ma pare ormai rassegnato se non a un naufragio, almeno a una navigazione in alto mare della sospirata e più volte annunciata autonomia. Oltre che le staffe, Fontana rischia di perdere la faccia ed evoca manifestazioni di piazza dei lombardi. Facciamo sommessamente notare che già Maroni fece fatica a portarli alle urne per il referendum, non sappiamo quanta fortuna potrebbe avere l’attuale governatore nel far scendere i lombardi in piazza.
Rimaniamo convinti che l’autonomia possa essere un’opportunità per la Lombardia, ma il teatrino romano a cui stiamo assistendo la sta trasformando in una vera e propria farsa. Al momento ci si potrebbe anche accontentare di un po’ più di autonomia dalla Russia.

Lega: il russiagate di Salvini tocca anche la Regione

Salvini Prima i russi

Rifiuti, In regione è allerta antimafia

Presentati in Consiglio regionale i risultati dell’indagine sui traffici illeciti
Proprio mentre a Settimo Milanese dilagava un incendio in un deposito di rifiuti, l’ennesimo di quest’anno, a palazzo Pirelli sono stati presentati i risultati dell’indagine sui traffici illeciti condotta dalla Commissione antimafia. Evidente l’infiltrazione della criminalità organizzata e la conseguente necessità di avviare interventi di contrasto, a cominciare da un coordinamento fra gli enti coinvolti nella gestione dei rifiuti.

ANTICORRUZIONE LOMBARDA AL VIA

Nominati dal Consiglio i componenti, i inque stelle responsabili del ritardo
Con la nomina dei nove componenti inizia il lavoro dell’Organismo regionale Anti Corruzione voluto da Fontana. Orac sostituisce diversi enti di controllo che erano proliferati, peraltro senza riuscire a evitare gli scandali, in epoca Maroni. La legge istitutiva è del settembre 2018: perché, dunque, Orac parte quasi un anno dopo? Perché il M5S ha fatto muro, impedendo l’accordo delle opposizioni sui due nomi di loro spettanza. I grillini si erano impuntati sul nome di Giovanna Ceribelli, già membro di Arac (autorità per le attività di controllo) e per loro nessun altro era degno di ricoprire quell'incarico. Pd, Civici e +Europa hanno indicato Stefano Bignamini e Marcello Crivellini. Dunque, buon lavoro a loro e ai colleghi.

disabili gravi, garantire risorse certe

Il Pd chiede di aumentare il Fondo per la non autosufficienza
A seguito dell’audizione in commissione Sanità del direttore generale dell’assessorato alle politiche abitative e disabilità, Giovanni Daverio, il Pd ha chiesto alla Regione di garantire risorse certe e continue per i disabili gravi, aumentare il fondo per la non autosufficienza in assestamento di bilancio e semplificare le procedure di richiesta.

Quote latte, Maggioranza spaccata

Grazie al Pd sventato il tentativo di prolungare la sospensione della riscossione coattiva
Il centrodestra in Consiglio regionale voleva votare una risoluzione in commissione Agricoltura per tentare di convincere il Governo nazionale gialloverde a prevedere ulteriori sospensioni per gli allevatori che devono ancora pagare le cartelle esattoriali delle quote latte. Anche grazie al voto contrario del Pd la maggioranza si è spaccata e l’operazione non è riuscita.

Anche i leghisti hanno un problema con l’immondizia

Sarà l’alleanza con i grillini, ma in un quartiere Aler di Milano sembra di essere a Roma
Spazzatura per strada nel quartiere Aler a Gratosoglio: una situazione che perdura da mesi e che rimanda alle tristi immagini di Roma di questi giorni. Non è un problema, però, di passaggi degli operatori dell'Amsa, ma della disorganizzazione dei luoghi di raccolta. Carmela Rozza ha documentato tutto, e non solo questo, nella quattordicesima tappa del suo tour nei quartieri popolari.

Per la Valtellina strade e ferrovie più veloci

In vista delle Olimpiadi necessario riqualificare i collegamenti
Lunedì scorso a Lecco un convegno organizzato dal Pd per fare il punto sulla riqualificazione dei collegamenti ferroviari e stradali tra Milano e la Valtellina in vista delle Olimpiadi invernali del 2026. L’emergenza collegamenti è ormai quotidiana, la statale 36 resta la più pericolosa d’Italia. Necessaria un’accelerazione degli interventi che veda protagonista il territorio.
facebook twitter youtube instagram

Gruppo Consiliare PD in Regione Lombardia

NOVITA'
settegiorniPD
n.registrazione: 627 del 5 novembre 2001
Direttore responsabile: Fabio Pizzul
Redazione: Maria Rosa Donadelli, Elena La Mura, Laura Piccioni,
Laura Sebastianutti, Stefano Tessera
www.pdregionelombardia.it