testata (1)
Numero 469 del 5 luglio 2019

L'Editoriale Applausi e no in Lombardia

Un lungo applauso dell’intera aula del Consiglio regionale della Lombardia ha accolto il video con l’annuncio dell’assegnazione delle Olimpiadi invernali 2026 a Milano e Cortina. Più che una vittoria, un primo passo verso la vittoria vera che sarà quella di organizzare al meglio l’evento e di cambiare in meglio il nostro territorio, soprattutto quello montano.
Nessun applauso, invece, per la maggioranza e la Giunta, che hanno fatto spallucce di fronte alla richiesta del PD di dichiarare lo stato di emergenza climatica in Lombardia. Possibile che non ci si renda conto di quanto sia necessario siglare un patto con tutti i cittadini lombardi per limitare un riscaldamento globale che rischia di colpire duramente i nostri territori? Il caldo record e i fenomeni estremi di queste ultime settimane sono lì a ricordarcelo.
Nessun applauso anche per la decisione di non aprire la discussione sui pesanti disagi che i pendolari hanno dovuto subire nelle ultime settimane con ritardi, soppressioni di treni e collasso degli impianti di aria condizionata. Tutto normale?
Un grande applauso, infine, per David Sassoli, neo-presidente del Parlamento Europeo, cui va il nostro più sincero augurio di buon lavoro.

Treni: per questa giunta i problemi dei pendolari non sono urgenti, ecco che cosa è successo in aula

cartelli-trenord

Sanità: resta grave la carenza di personale

Arrivano 15 milioni per nuove assunzioni, ma ne servono 41
Le risorse per le nuove assunzioni non bastano a sanare la grave carenza di personale. A confermarlo è stato lo stesso assessore alla Sanità, Giulio Gallera, intervenuto mercoledì in Commissione. In Lombardia si potranno spendere 15 milioni di euro, ma ne servono 41. Unica nota positiva: aumentano le borse di studio per i medici specializzandi.

COMBATTERE LA MAFIA SI PUÒ E SI DEVE

Con più informazione, consapevolezza e coraggio dei singoli nel denunciare
La mafia in Lombardia esiste e fa affari. Per combatterla servono più informazione e consapevolezza. In questa direzione vanno le iniziative di Avviso Pubblico che, con Regione Lombardia, ha organizzato un ciclo di incontri sui territori. Ma anche le denunce dei singoli aiutano a combattere le cosche, come dimostra la storia dell’imprenditore varesino che ha denunciato un business intorno a Malpensa.

UNA REGIONE A MISURA DI FAMIGLIA

Grazie al Pd un marchio simbolo di attenzione alle famiglie con figli
Si chiamerà “Family in Lombardia”, il marchio simbolo dell' attenzione alle famiglie con figli che sarà istituito dalla Regione su sollecitazione del Pd che ha presentato una mozione, approvata all’unanimità dal consiglio regionale. Il marchio sarà rilasciato a soggetti pubblici e privati che garantiranno servizi tali da potersi definire "a misura di famiglie con figli".

DAI PICCOLI COMUNI SOS SCUOLA

La Regione sostenga i municipi che non sono in grado di garantire edifici sicuri
La Regione sostenga i piccoli Comuni che non hanno le risorse per promuovere la sicurezza e l’innovazione delle strutture scolastiche lombarde. A chiederlo è il Pd che ha presentato un’interpellanza a cui ha risposto l’assessore all’Istruzione Melania Rizzoli, nel consiglio regionale di martedì scorso. Il documento chiedeva conto di quali investimenti intendesse destinare la Regione all’edilizia scolastica.

UNA BELLA STORIA, MA la vera sfida comincia ADESSO

Le proposte del Gruppo regionale del Pd per le Olimpiadi 2026
La parola d'ordine è: abbiamo tempo, ma non sprechiamolo. La prima, vera occasione per parlare concretamente di Olimpiadi sarà lunedì, 8 luglio, a Lecco, dove il nostro gruppo ha organizzato un incontro sulla riqualificazione dei collegamenti tra Milano e la Valtellina (qui il programma). Martedì scorso, invece, in aula consiliare, se ne è parlato in via più ufficiale e istituzionale, con tanto di proiezioni e applausi. In quella occasione, durante il dibattito che è seguito, il nostro capogruppo ha presentato due proposte molto concrete: una commissione speciale per seguire la preparazione dell’evento e un sito con l’avanzamento dei lavori in tempo reale.

PER COLPIRE I ROM LA REGIONE SI ACCANISCE CONTRO I CAMPERISTI

Multe da 500 euro per soste in aree agricole per più di 24 ore
Pugno duro della Regione contro camper e roulotte: con un emendamento all’assestamento al bilancio 2019- 21, approvato giovedì in commissione Territorio, la Lega intende impedirne la sosta nelle aree agricole per più di 24 ore, pena una sanzione di 500 euro. Un provvedimento pensato ovviamente per i campi rom, ma che in realtà si rivelerà una stangata per gli appassionati del turismo “open-air”, e un problema per manifestazioni sportive o anche politiche. Come faranno a Pontida?
facebook twitter youtube instagram

Gruppo Consiliare PD in Regione Lombardia

NOVITA'
settegiorniPD
n.registrazione: 627 del 5 novembre 2001
Direttore responsabile: Fabio Pizzul
Redazione: Maria Rosa Donadelli, Elena La Mura, Laura Piccioni,
Laura Sebastianutti, Stefano Tessera
www.pdregionelombardia.it