testata (1)
Numero 563 del 16 luglio 2021

L'Editoriale Italia regina d’Europa, Lombardia…

La Nazionale di calcio e Matteo Berrettini hanno colorato Londra d’azzurro e ci regalano l’immagine di un’Italia capace di lavorare sodo e sempre con il sorriso sulle labbra. E’ un racconto inedito e per molti versi sorprendente di un Paese che ha sempre dovuto fare i conti con pregiudizi legati alla furbizia e alla endemica litigiosità di stampo levantino. Possiamo ben dire, soprattutto al cospetto degli inglesi, che finalmente l’Europa siamo noi.
La positiva immagine dell’Italia non trova però riscontro in una Lombardia ancora invischiata nelle fatiche di un post pandemia che non sembra definitivamente decollato. Troviamo prova di questo nell'ormai stucchevole tentativo di esaltare il successo di una campagna vaccinale che, fosse stato per la giunta regionale, probabilmente sarebbe ancora al palo e nelle tensioni che affiorano all'interno della maggioranza che sostiene (è proprio il caso di dirlo) un sempre più incerto presidente Fontana.
Un nuovo pasticcio di Aria spa ha mandato su tutte le furie molti sindaci, che si sono visti respingere la richiesta di fondi per i centri estivi attraverso un bando che non è stato certo ben congegnato. Il malumore di molti primi cittadini si è tramutato in voto contro la Giunta grazie a una mozione presentata dal PD che chiedeva chiarezza e maggiore equità nella distribuzione dei fondi.
L’assenza della delegazione di Fratelli d’Italia al momento del voto dell’assestamento di bilancio nell'omonima commissione non ha fatto altro che aumentare i sospetti su un clima non proprio idilliaco in maggioranza. L’imbarazzata smentita del capogruppo dei meloniani che assicura che l’assenza non era collegata a nessun dissidio su nomine, che peraltro nessuno aveva citato, pare certificare il braccio di ferro in corso nel centrodestra.
Sarà anche un temporale estivo, ma quanto accaduto in questi giorni fa somigliare la Lombardia più alla pasticciona Inghilterra di Johnson che all'affidabile Italia di Draghi.

Recovery Plan in Lombardia Lunedì 19 luglio alle ore 12 la presentazione della campagna del Pd lombardo

lune12lug-recovery

IL PASTICCIO DELLA GIUNTA SUI CENTRI ESTIVI

Approvata una mozione del Pd che chiede chiarezza e soluzioni sul bando che in un primo tempo era saltato per problemi tecnici e che poi è stato riproposto con molte ambiguità
È stata approvata martedì, con 38 sì e 33 no, a voto segreto, la mozione urgente del Pd che chiedeva di riconsiderare il bando regionale "Estate Insieme" - che destina fondi a comuni e parrocchie per iniziative rivolte all'infanzia e all'adolescenza - fonte di diversi problemi segnalati dagli stessi enti che, dopo essersi già visti annullare un primo bando per problemi tecnici (ammessi dalla stessa società Aria Spa) hanno avuto a disposizione pochissimo tempo per un secondo tentativo che ha sortito risultati alquanto deludenti: a fronte di 146 enti vincitori del bando, ovvero quelli che hanno inviato la domanda entro i primi 19 minuti dall'apertura, ben 523 sono stati ammessi, ma non finanziati.

BASTA FAR WEST: REGOLE VERE PER LA LOGISTICA

Un progetto di legge per mettere ordine alla diffusione dei grandi insediamenti che stanno invadendo la pianura padana, tutelando il territorio e recuperando le aree dismesse
Con quattro articoli che modificano la normativa urbanistica regionale, i consiglieri del gruppo PD intendono incentivare il recupero delle aree dismesse e contribuire a invertire la tendenza che negli ultimi tempi, con l’espansione dell’e-commerce e della grande distribuzione organizzata, ha trascinato la nostra regione in un vero e proprio Far West, senza norme che regolino gli insediamenti e senza alcuna forma di tutela per viabilità, ambiente e paesaggio. La legge introduce tre principi: la regia sovracomunale degli insediamenti, la priorità al recupero delle aree dismesse e alle zone già dotate di collegamenti a infrastrutture esistenti e la dignità del lavoro.

Subito richiami e green pass

Il Pd chiede di cambiare strategia vaccinale e anticipare le seconde dosi
Il Pd chiede di cambiare strategia vaccinale e, come indicato dal Ministero della Salute, sia nella circolare del 9 luglio che nel report settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità, anticipare le seconde dosi di Pfizer e Moderna da 40 a 21 giorni. Auspicabile anche l’introduzione del green pass alla francese, dapprima sostenuta anche da Fontana, ma poi messa da parte perché non gradita a Salvini.

ALLARME TRASPORTO PUBBLICO

Senza nuove risorse tagli del servizio inevitabili
Il presidente dell’agenzia di bacino di Milano, Monza, Lodi e Pavia lo ha detto chiaro al Corriere: più di così non si riesce a contenere i costi, mancano due milioni di euro senza i quali in autunno saranno costretti a tagliare le corse per i pendolari. Uno scenario funesto, contro cui il Pd lavora, ancora una volta, proponendo nuovi stanziamenti da parte della Regione. Anche i sindacati sono preoccupati, ora attendiamo un segnale da Fontana e dall'assessora Terzi.

UNDICImila CHILOMETRI più belli

Grazie a una proposta del Pd la nuova legge sui sentieri di montagna prevede finanziamenti su base triennale
Martedì il consiglio regionale ha approvato un progetto di legge per potenziare e migliorare le strade storiche e i sentieri di montagna di interesse turistico, storico e culturale. Grazie a un ordine del giorno dem sarà possibile finanziare su base triennale, e non annuale come prevedeva il testo iniziale, la valorizzazione di circa 11mila chilometri di strade e sentieri, sostenendo i comuni coinvolti nei progetti.
facebook twitter youtube instagram 

Gruppo Consiliare PD in Regione Lombardia

NOVITA'
settegiorniPD
n.registrazione: 627 del 5 novembre 2001
Direttore responsabile: Fabio Pizzul
Redazione: Marco Chiappa, Maria Rosa Donadelli, Elena La Mura, Laura Piccioni,
Laura Sebastianutti, Stefano Tessera
www.pdregionelombardia.it