testata (1)
Numero 454 del 22 marzo 2019

L'Editoriale La carcassa fumante

La carcassa fumante del bus sulla Paullese sembra fatta apposta per evocare le principali paure del nostro tempo. La pazzia che può scattare improvvisa, lo straniero che ci minaccia, il terrorismo che incombe, l’incertezza dietro ad ogni angolo…
Per fortuna l’assurda vicenda si è conclusa nel migliore di modi, grazie al tempestivo intervento delle forze dell’ordine e all’insospettabile capacità di reazione di ragazzi ed insegnanti.
Tutto questo dimostra una volta ancora come noi italiani siamo straordinari nel gestire le emergenze, ma facciamo ben poco per prevenirle, convinti forse che la nostra buona stella non finisca mai di brillare quando serve.
Anche la politica sembra aver ormai come unico registro l’emergenza, che diventa uno schermo dietro il quale nascondere improvvisazione, mancanza di visione e, spesso, incompetenza. La Lombardia pareva essere l’eccezione che confermava una ferrea regola italiana, ma pare aver perso ormai anche questo primato. Lo conferma la situazione del trasporto ferroviario, un sistema sanitario sempre più sull’orlo di una crisi (non solo di nervi), un clima che pare impazzito (e non certo per colpa sua).
La Lombardia che correva si sta trasformando in Lombardia che rincorre i problemi. E spesso non sa come risolverli. Davanti alla carcassa fumante del bus abbiamo tirato un collettivo sospiro di sollievo, ma continuiamo a guardarci alle spalle più che a costruire assieme il futuro.

22 marzo 2019 World Water Day 2019, le nostre proposte per contrastare l'emergenza siccità

drops-of-water-578897_1920
IL TERRORE SUL BUS, LE REGOLE PER PREVENIRE
Che cosa abbiamo imparato dalla tragedia sfiorata?

È bello poter dire che i ragazzini della scuola media di Crema sono stati bravissimi, che la bidella e le insegnanti hanno agito con grande coraggio e che i Carabinieri hanno compiuto un’azione da corpi speciali. Davvero bravissimi. Ora però sappiamo che se un autista di un bus perde la testa, se inizia a fare uso di alcol o di droghe, se ha problemi con la legge nessuno, di norma, lo comunica al suo datore di lavoro. Le informazioni fanno sicurezza e lo diciamo al Governo con una risoluzione presentata qui, in Lombardia, con ancora negli occhi la carcassa fumante.
TRASPORTO PUBBLICO: IL TAGLIO C’È ANCORA
Come già denunciato dal Pd mancano all’appello 50 milioni di euro

L’assessore Terzi ammette che il taglio dei 50 milioni di euro di euro da parte del Governo non è scongiurato e rischia di portare al collasso il trasporto pubblico della nostra regione. Paradossale, inoltre, che Trenord sia costretta a pagare 8 milioni di euro l'anno per i treni vecchi prestati da Trenitalia alla Lombardia.
Per Trenord, dopo la messa in atto del piano emergenziale che ha comportato il taglio del 5% delle corse, le soppressioni sono diminuite. Il miglioramento della puntualità, invece, è ancora lontano.
NAVIGATOR E ISEE, I REBUS DA SCIOGLIERE
Sì unanime a una mozione del Pd sul reddito di cittadinanza

Il consiglio regionale, cinquestelle compresi, ha chiesto al Governo di fare chiarezza sul Reddito di cittadinanza che costerà allo Stato oltre sette miliardi di euro.Non si conosce ancora il ruolo dei navigator, sono stati reintrodotti i Co.Co.Co di Stato, mentre c'è il blocco delle assunzioni nelle Pa, e senza nuovi addetti è difficile far fronte alle richieste. Irrisolto anche il problema dell'Isee.
NON SOLO RICORDO, MA IMPEGNO QUOTIDIANO
Il consiglio regionale si mobilita contro tutte le mafie

Questa settimana al Pirellone la Giornata regionale dell’impegno contro le mafie e in ricordo delle vittime, quest’anno dedicata ai giornalisti vittime delle mafie. Promossi dal Consiglio, un incontro con giornalisti e studenti e una mostra, aperta fino al 29 marzo prossimo, composta da quasi 900 fogli colorati che raccontano altrettante storie di vittime di mafia, dalla fine del 1800 ad oggi.
BASTA CONSUMARE SUOLO, LA SFIDA È RIGENERARE
In un convegno le nostre linee guida per rilanciare la Lombardia

Se la Regione, come sembra, pensa di regalare bonus volumetrici o fare condoni mascherati sui seminterrati, il Pd darà battaglia. Perché il futuro della Lombardia passa dalla rigenerazione urbana, dal recupero delle tante aree dismesse e degradate che ci sono in Lombardia, ma in un’ottica di pianificazione vera, di area vasta, con gli strumenti e le risorse adeguate. Altrimenti, sarà come la legge sul consumo di suolo, approvata e rimasta sulla carta.
ORTI SOCIALI E DIDATTICI: FINANZIATI PIÙ DI 90 PROGETTI
Risorse aumentate grazie a un emendamento al Bilancio del Pd

Sono state pubblicate le graduatorie per la realizzazione degli Orti di Lombardia che una legge regionale del 2015, voluta dal PD, aveva promosso, ma con risorse davvero esigue. Grazie a un nostro emendamento al bilancio, quest'anno sono stati ammessi circa 30 progetti in più di quelli previsti e le domande finanziate sono 92. Un’esperienza costruttiva sia per i bambini sia per le categorie più fragili, importante anche per recuperare il rapporto tra la società urbana e quella rurale.
facebook twitter youtube instagram

Gruppo Consiliare PD in Regione Lombardia

NOVITA'
settegiorniPD
n.registrazione: 627 del 5 novembre 2001
Direttore responsabile: Fabio Pizzul
Redazione: Maria Rosa Donadelli, Elena La Mura, Efrem Maestri,
Laura Sebastianutti, Stefano Tessera
www.pdregionelombardia.it