testata (1)
Numero 483 dell'8 novembre 2019

L'Editoriale Magnifica ossessione

Milano corre? Fermiamola!
Sembra essere questa l’unica strategia della Lega in Lombardia. I dati dell’Osservatorio Milano di Assolombarda confermano come, negli ultimi 5 anni, il PIL di Milano abbia sfiorato un incremento del 10%, mentre il resto d’Italia arrancava sotto quota 5%.
Il perché è sotto gli occhi di tutti: una città che cresce in altezza ed attrattività, turisti che aumentano, imprese estere e multinazionali sempre più propense a porre la propria base nella metropoli ambrosiana…
Di fronte a queste evidenze, Regione Lombardia non perde occasione per mettersi contro Milano e in ciascuna delle poche leggi che riesce a produrre in questo periodo prova ad infilare un cavillo antiambrosiano.
In commissione trasporti abbiamo assistito a un vero e proprio blitz della Lega che, con la scusa di dare più spazio ai piccoli comuni, ha letteralmente stravolto la governance delle Agenzie del Trasporto Pubblico Locale con l’obiettivo, neppure troppo velato, di mettere in minoranza la città di Milano, colpevole di avere mezzi pubblici di livello europeo. Una vera e propria vendetta a freddo contro il biglietto unico integrato e l’aumento del ticket in città, ampiamente compensato da nuove opportunità e risparmi per la maggior parte dei pendolari. Siamo al paradosso: sembra quasi che si voglia colpire l’efficienza milanese nel trasporto pubblico, forse per non far notare troppo l'inefficienza lombarda.
Insomma, Milano per la Lombardia leghista pare essere diventata una vera ossessione.

Ambiente Sabato a Brescia per una Lombardia sostenibile, ma la Regione deve cambiare visione

banner-brescia-9novembre

le mani della lega sui trasporti di milano

Blitz in commissione per mettere comune e città metropolitana in minoranza. A rischio le gare in tutta la Lombardia
La Lega ha approvato un emendamento alla legge di semplificazione per mettere il comune di Milano e la Città metropolitana in minoranza nell'agenzia che governa il trasporto pubblico, ovvero l’ente che su iniziativa dell’amministrazione meneghina ha determinato l’introduzione della tariffa integrata. Una ritorsione evidente, che avrà ricadute su tutti i territori lombardi: le agenzie del TPL decadranno e andranno rinnovate, le gare di assegnazione del servizio sono a rischio.

La Lega dice no alla Commissione “Segre”

Bocciata la commissione speciale contro il razzismo proposta dal Pd
Dopo l’astensione in Parlamento il centrodestra in Consiglio regionale ha detto no all'istituzione di una Commissione contro i fenomeni di intolleranza e razzismo. La commissione era stata proposta dal Pd con lo stesso intento della Commissione proposta a Roma da Liliana Segre. L’Aula ha invece approvato la proposta del M5S di invitare la senatrice Segre per tributarle solidarietà per gli attacchi subiti. Lunedì un presidio davanti al Memoriale Della Shoah.

RIGENERAZIONE, MARTEDì IN AULA UNA LEGGE CHE NON VA BENE

Per ridurre il consumo di suolo occorre aiutare i comuni a riqualificare le aree dismesse
Martedì 12 il Consiglio regionale discuterà una legge regionale sulla rigenerazione urbana che il Pd cercherà di correggere in Aula. Il testo attuale non discrimina tra aree degradate e non, priva i comuni degli strumenti per governare il proprio territorio e apre in modo pericoloso alla riconversione dei fabbricati agricoli. In più, non mette né risorse né strumenti per le bonifiche, che sono un vero problema per le riqualificazioni delle aree dismesse. Non è vera rigenerazione, e sì che la Lombardia ne avrebbe davvero bisogno!

Subito i concorsi per 720 operatori

Per i ritardi della Regione, nei centri per l’impiego manca il personale
La Regione è in ritardo sull'assunzione dei 720 nuovi addetti dei centri per l’impiego. La carenza di personale ha un impatto negativo non solo sull'efficienza dei centri, ma anche sull'attuazione del Reddito di cittadinanza che, senza il loro potenziamento, non può garantire le necessarie politiche attive del lavoro. In altre Regioni, come Emilia e Toscana, i concorsi sono stati banditi. Ora tocca alla Lombardia recuperare il tempo perduto.

Derivazioni senza legge

Regione Lombardia deve normare l’idroelettrico, ma politicamente non sa come muoversi
Il gruppo regionale del Pd ha sollevato, in Consiglio regionale, la questione dell’assegnazione delle concessioni di grandi derivazioni d’acqua per uso idroelettrico. Regione Lombardia dovrebbe legiferare, ma per il momento è in ritardo e, dalle risposte che ha dato in Aula, si capisce che non sa nemmeno da che parte affrontare l’importante questione. Che non è solo tecnica, ma concretamente politica.

DISABILI: Qualcosa, forse, si muove

Grazie al Pd in Regione un tavolo di lavoro sui certificati di invalidità gratuiti
Rispondendo a un’interrogazione presentata dal Pd, l’assessore alla Sanità Giulio Gallera ha promesso che sarà istituito un tavolo di lavoro per risolvere i problemi relativi ai certificati di invalidità gratuiti. L’annuncio arriva a sette mesi dall'impegno assunto dalla Regione, e fino ad oggi disatteso, di definire un accordo con i sindacati dei medici per rendere sempre gratuita, come prevede la legge, la cosiddetta certificazione medica introduttiva per l’invalidità

#BASTATRENORD

Prosegue la raccolta firme del PD in tutta la Lombardia
In molte stazioni lombarde il PD continua a raccogliere le firme dei pendolari contro l’abolizione dell’abbonamento “solo treno” e, più in generale, per chiedere alla Regione di archiviare il sistema Trenord e progettare una diversa prospettiva per il servizio ferroviario regionale. Ricordiamo che è possibile sottoscrivere la petizione anche online.
facebook twitter youtube instagram

Gruppo Consiliare PD in Regione Lombardia

NOVITA'
settegiorniPD
n.registrazione: 627 del 5 novembre 2001
Direttore responsabile: Fabio Pizzul
Redazione: Maria Rosa Donadelli, Elena La Mura, Laura Piccioni,
Laura Sebastianutti, Stefano Tessera
www.pdregionelombardia.it