testata (1)
Numero 464 del 31 maggio 2019

L'Editoriale Un pendio insidioso

Solo qualche mese fa sembrava che una marea nazionalista potesse travolgere l’Europa, ma così non è stato. Gli elettori hanno confermato la volontà di andare avanti con il progetto dell’Unione Europea. Diverso il discorso per l’Italia che, a questo punto, pare sempre più isolata. La netta affermazione della Lega rischia di trascinarci su pendii insidiosi che in altri paesi sembrano essersi già allontanati.
Il voto popone il PD come alternativa a queste derive e come unica voce autorevole e affidabile contro populismi di varia natura. Le elezioni amministrative, soprattutto in Lombardia, hanno consolidato questa tendenza confermando come gli amministratori di centrosinistra, laddove la coalizione non si sia presentata divisa, godono di stima e fiducia per la loro competenza e oculatezza amministrativa. La netta vittoria di Giorgio Gori a Bergamo è il simbolo della buona amministrazione riconosciuta dai cittadini e fa ben sperare per i 14 ballottaggi lombardi del 9 giugno.
La discrasia tra voto europeo e voto amministrativo dice come ci siano ampi margini di recupero di consenso per il PD, a partire da proposte programmatiche chiare e da persone competenti e affidabili. Ripartiremo da questi risultati per costruire una solida alternativa a un centrodestra egemonizzata da una Lega che ha ormai abbracciato orizzonti nazionalisti e pare sempre più lontana dalle esigenze dei lombardi.

Elezioni: Buon lavoro ai nostri sindaci

Sindaci vincenti primo turno 26 maggio 19

Con i lavoratori della grande distribuzione

A rischio i posti di lavoro dei dipendenti di Mercatone Uno e Grancasa
Il Pd al fianco dei lavoratori in crisi della grande distribuzione. Chiesta un’audizione in Commissione trasporti delle parti sociali, a seguito della chiusura per fallimento di tutti i punti vendita di Mercatone Uno. Solidarietà e sostegno alla vertenza dei 158 dipendenti di Grancasa dichiarati in esubero.

CAMBIA IL CLIMA, AUMENTANO I DANNI

Un’interrogazione del Pd per chiedere alla Regione cosa intende fare dopo il recente maltempo
Quali procedure ha avviato Regione Lombardia per capire cosa è successo all’agricoltura dopo il maltempo delle ultime ore? E ha già una prima stima dei danni? Ma soprattutto, intende mettere in campo nuove forme di sostegno per venire incontro a queste situazioni, che non sono più da considerarsi emergenze, ma variabili sulle quali confrontarsi tutti gli anni? Sono i quesiti che si pone l’interrogazione a risposta immediata depositata dal Pd, che vuole risposte serie e certe per il futuro non solo del comparto agricolo.

TERRA LOMBARDA PERDUTA

Consumati in un solo anno 6 chilometri quadrati di suolo naturale
Secondo gli ultimi dati Istat tra il 2016 e il 2017 la Lombardia ha perduto oltre 6 chilometri quadrati di suolo naturale, mentre il totale di territorio consumato è di oltre 3 mila chilometri quadrati. Una chiara prova del fatto che in questi anni è mancata la volontà di preservare il territorio.

CURE GRATIS PER GLI ANIMALI DI CASA

La norma, voluta dal Pd, è stata approvata con il Nuovo piano della sanità pubblica veterinaria
In Lombardia i proprietari di animali d’affezione con redditi bassi potranno contare sull’assistenza veterinaria gratuita. A stabilirlo è il “Piano regionale integrato della Sanità pubblica veterinaria 2019-2023”, approvato in consiglio il 28 maggio scorso, che ha recepito un’istanza presentata dal Pd. Una buona politica per migliorare la qualità della vita delle persone, garantire la salute pubblica e combattere gli abbandoni e la riproduzione incontrollata.

Agriturismi XXL? Non ha senso

La Lega vuole raddoppiarne la capienza
Con una modifica alla legge sugli agriturismi voluta dall’assessore leghista all’agricoltura Fabio Rolfi la Regione si appresta ad ampliare da 160 a 300 i pasti giornalieri consentiti agli agriturismi, che potrebbero dare alloggio per non più fino a 60, ma fino a 120 ospiti. Numeri davvero grandi per aziende agricole che, per legge e per spirito, dovrebbero solo integrare l’attività principale con quella ricettiva e turistica, valorizzando i propri prodotti e quelli locali. Per questa ragione, infatti, godono anche di sistemi fiscali agevolati, ma a patto di non snaturarsi e di non fare competizione a ristoranti e alberghi veri. Modifica da respingere.

Vitalizi, si passa al contributivo

Stabilizzato il taglio medio del 7% introdotto cinque anni fa
Il Consiglio regionale ha modificato la legge che riguarda i vitalizi dei consiglieri regionali che sono stati in carica fino al 2013. Per tutti quelli eletti a partire da quell'anno, infatti, il vitalizio è stato abolito sulla base di una legge del 2011, nata su iniziativa del Pd. L’assegno degli ex consiglieri, già ridotto negli ultimi cinque anni per effetto di un “contributo straordinario”, viene ora ridotto in modo stabile. Si studia una norma per dare un trattamento pensionistico ai consiglieri in carica ora.
facebook twitter youtube instagram

Gruppo Consiliare PD in Regione Lombardia

NOVITA'
settegiorniPD
n.registrazione: 627 del 5 novembre 2001
Direttore responsabile: Fabio Pizzul
Redazione: Maria Rosa Donadelli, Elena La Mura,
Laura Sebastianutti, Stefano Tessera
www.pdregionelombardia.it