testata (1)
Numero 457 del 12 aprile 2019

L'Editoriale Il coraggio e la paura

La paura genera mostri. Lo conferma l’ordinanza del sindaco di Calolziocorte che evoca inquietanti scenari che pensavamo sepolti dalla storia. Stabilire zone off limits per i rifugiati sa molto di apartheid e motivare la decisione richiamando quanto previsto per il gioco d’azzardo non fa che peggiorare la situazione, aprendo la strada all’idea che lo straniero sia assimilabile a una forma di patologia. La scelta del sindaco leghista è dettata dalla volontà di cavalcare la paura, alimentata ad arte ed amplificata da false campagne nazionali.
Il coraggio apre il futuro. Lo dimostrano le tante aziende lombarde protagoniste del Salone del mobile. E’ il coraggio di tanti artigiani e imprenditori che non si sono accontentati del loro straordinario saper fare, ma hanno rischiato del proprio per arrivare e rimanere sul mercato mondiale. E’ la Lombardia che vince e che viene guardata con rispetto e ammirazione dal mondo intero.
Il coraggio e la paura: due modi diversi di intendere la realtà che si confronteranno anche nelle prossime elezioni amministrative ed europee. A proposito di queste ultime, abbiamo da ieri le liste del PD: tanti bei nomi, tante storie importanti che ci consentiranno di raccontare la nostra idea di Europa con il coraggio di chi vuole costruire il futuro e non cavalcare una paura che genera mostri con cui il nostro continente ha già dovuto fare i conti nel secolo breve.

Un pezzo di bella Lombardia al salone del Mobile di Milano

Salone del Mobile

I TAGLI AL TRASPORTO PUBBLICO SEMPRE PIÙ VICINI

Alla Lombardia 50 milioni in meno, ma così saltano le corse
Il Governo ha presentato il DEF, documento di economia e finanza, e gli obiettivi che si era dato a dicembre non saranno raggiunti. Questo significa che dovrà utilizzare il fondo di garanzia, che comprende anche una parte delle risorse per il trasporto pubblico locale. Le agenzie di bacino sono molto preoccupate e lo hanno detto chiaro e tondo giovedì in commissione. I tagli non sono più un’ipotesi.

TARIFFA INTEGRATA: MILANO INVESTE MENTRE IL GOVERNO TAGLIA

Per i pendolari pagamenti ridotti e più semplici
Con l'approvazione della tariffa integrata da parte dell’Assemblea di bacino del Trasporto pubblico di Milano, Monza e Brianza e Pavia, Milano dimostra di voler continuare a investire sul trasporto pubblico mentre la Regione tace di fronte ai tagli del Governo di Lega e Movimento 5 stelle.

Tribunale dei Brevetti: DALLA LEGA UN altro schiaffo a Milano

Il partito di Salvini preferisce i velluti romani alla Lombardia
Lega e Movimento 5 stelle non sostengono la candidatura di Milano per il tribunale europeo dei brevetti che lascerà Londra per la Brexit. In altri tempi, per scelte del genere, avrebbero gridato Roma ladrona. Da partito nordista, per i soffici velluti delle “cadreghe” romane, la Lega è diventata un partito anti milanese e anti lombardo.

A CALOLZIOCORTE L’APARTHEID DELLA LEGA

Nel comune lecchese il sindaco del Carroccio decide distanze di sicurezza tra migranti e scuole, chiese, biblioteche…
A Calolziocorte, in provincia di Lecco, è stato reintrodotto l’apartheid. E lo ha fatto un sindaco leghista che ha deciso di inserire nel Piano generale del territorio una sorta di zona rossa entro la quale non possono essere aperti centri di accoglienza per migranti. Ovvero, attualmente 18 persone, di cui gran parte mamme e bimbi piccoli, che non devono avvicinarsi alle scuole, agli oratori, alla biblioteca e alla stazione. Inaccettabile e vergognoso.

mAI più come a lodi

Aiuti sociali possibili con certificazioni più semplici: lo ha riconosciuto il governo, adesso la regione si adegui
Il Governo nella legge sul Reddito di cittadinanza ha riconosciuto che per alcuni Paesi è impossibile acquisire le certificazioni relative ai beni di proprietà che erano richiesti agli extracomunitari per accedere agli aiuti sociali, quali la refezione scolastica, e ha riconosciuto il valore delle autocertificazioni. Con una risoluzione il Pd chiede che la Regione recepisca la norma nazionale.

La Regione aumenti i fondi per i disabili gravi

Con i tagli decisi dalla regione non è più garantita l’assistenza quotidiana
Diverse associazioni hanno lanciato l'allarme, dopo i tagli del 40% che la giunta regionale ha deciso per i voucher destinati ai disabili gravi, quelli affetti da sindrome autistica e da demenza, che frequentano una scuola o un centro diurno. Una ricaduta pesantissima sulle famiglie che non hanno più il sostegno per garantire l’assistenza quotidiana ai propri cari. L’assessore alle Politiche sociali Bolognini ne risponda in commissione Sanità e trovi le risorse per aumentare i fondi.

Case popolari: UN PARADOSSO TRA VIALE SARCA E VIALE FULVIO TESTI

L'ottava tappa del viaggio del PD in un caseggiato con due facce
Questa volta le nostre telecamere hanno accompagnato Carmela Rozza in viale Sarca 361 o Fulvio Testi 304, uno stesso caseggiato con due ingressi e due situazioni completamente differenti. Un vero e proprio paradosso nello stesso cortile, dove da una parte regna il caos e la delinquenza e dall'altra l'ordine e la pulizia. Il viaggio nell'assurdo continua. Ancora tante le domande che rimangono senza risposta. Guardare per credere.
facebook twitter youtube instagram

Gruppo Consiliare PD in Regione Lombardia

NOVITA'
settegiorniPD
n.registrazione: 627 del 5 novembre 2001
Direttore responsabile: Fabio Pizzul
Redazione: Maria Rosa Donadelli, Elena La Mura, Efrem Maestri,
Laura Sebastianutti, Stefano Tessera
www.pdregionelombardia.it