testata (1)
Numero 519 del 31 luglio 2020

L'Editoriale Il generale Agosto

Non sarà una buona estate per tanti cittadini e imprese che guardano con apprensione al prossimo futuro, denso di incognite lavorative ed economiche.
Non sarà una buona estate per chi si aspettava un cambio di mentalità da parte di una regione che è inchiodata alla necessità di giustificarsi e difendersi e non è in grado di immaginare un futuro credibile e sostenibile per la Lombardia. Lo testimonia l’assestamento di bilancio, approvato senza troppa convinzione anche da parte della maggioranza.
Non sarà una buona estate per il presidente Fontana e la sua giunta, arrivati ormai a fine corsa, senza più credibilità e autorevolezza nel difficile compito di accompagnare la Lombardia fuori da una crisi che è, ormai, politica e istituzionale e da cui non si può uscire che restituendo la parola ai cittadini lombardi.
Per questo il PD ha firmato la mozione di sfiducia al presidente Fontana, che non ha più la forza politica di guidare la regione. Ci auguriamo che il mese di agosto faccia riflettere anche coloro che lo sostengono e porti l’intero Consiglio regionale a prendere atto che non ci sono più le condizioni per continuare la legislatura. Sarebbe un atto di dignità e responsabilità nei confronti dei lombardi che guardano attoniti a quello che è accaduto e sta a accadendo a Palazzo Lombardia.
Il gruppo del PD farà di tutto perché l’esperienza della Giunta Fontana si concluda il prima possibile ed è determinato a continuare, con tenacia, l’azione politica per far sì che sia fatta chiarezza su quanto è avvenuto in questi mesi: non cerchiamo colpevoli (quelli li individuerà eventualmente la magistratura), vogliamo identificare i problemi e risolverli. Per questo, se la maggioranza salverà il presidente Fontana, sarà determinante l’azione della Commissione d’inchiesta sull'emergenza Covid.
Il generale Agosto, un tempo, sopiva e rallentava tutto, l’anno scorso ha riservato diverse sorprese. Vedremo. Vi auguriamo un buon riposo e siamo già pronti per riprendere con più forza di prima.

Le opposizioni firmano la mozione di sfiducia a Fontana

sfiducia

Fontana, un presidente a fine corsa

In consiglio un discorso solo difensivo e nessun chiarimento
A seguito dell’inchiesta sui camici, il presidente Fontana, lunedì scorso, ha tenuto un discorso in Consiglio regionale solo difensivo. Il Pd aveva chiesto di dire se si sentiva ancora in grado di governare la Lombardia, ma ha ottenuto solo giustificazioni. Non ha chiarito nulla sulla vicenda camici. Da lui solo le parole di un presidente a fine corsa.

ALTRO CHE PIANO MARSHALL, UN PIANO MANCIA

Approvato martedì l'assestamento di bilancio di Regione Lombardia con il voto contrario del PD
Non certo un piano Marshall quello varato dalla giunta lombarda, ma soltanto un tentativo di gestire in maniera ragionieristica un'ordinaria amministrazione fatta di richieste ordinarie. Doveva essere la svolta economica per la crescita della Lombardia, potendo contare su risorse economiche assolutamente straordinarie, ed è invece diventata una distribuzione di prebende priva di strategia, se non quella di premiare le amministrazioni più vicine alla Lega e ai consiglieri di maggioranza rispetto alle amministrazioni di segno opposto, con la proporzione di quattro a uno. Insomma, la conferma del Sistema Lega, e soprattutto un’occasione mancata.

il 7 settembre parte la commissione d'inchiesta

La Lega ha ceduto al pesante pressing del Pd durato due mesi
Il 7 settembre prossimo sarà convocata la commissione d’inchiesta sul Covid. La Lega ha ceduto al pesante pressing del Pd che ha dovuto minacciare di bloccare l’aula con mille emendamenti al bilancio per sciogliere un nodo politico irrisolto da due mesi. I consiglieri dem saranno impegnati a dare risposte ai tanti interrogativi rimasti in sospeso e individuare gli errori commessi per evitare che si ripetano.

ALLARME VACCINI: LA REGIONE NON NE AVRÀ ABBASTANZA

Tra gare sbagliate, soppresse e revocate a rischio uno dei pilastri della strategia contro il coronavirus
Servirebbero cinque milioni di vaccini al sistema sanitario lombardo, ma la Regione ne ha poco più di 400.000 dosi, secondo le carte (2,4 milioni secondo Gallera).
La vaccinazione antinfluenzale di massa è una componente importante del piano anticovid, ma la Regione si è mossa tardi e male, mettendo in campo ben sei bandi finiti perlopiù con soppressioni, annullamenti e revoche.
Non ci sono abbastanza vaccini nemmeno per gli operatori sanitari, e non parliamo degli oltre 3 milioni di ultrasessantenni, e quelli che ci saranno, sempre secondo Gallera, arriveranno tardi, a stagione già iniziata. Ecco perché dovrebbero andare a casa.

La Regione obbliga Fnm ad acquistare le quote di Serravalle

Un’operazione presentata di nascosto e votata in modo imbarazzante
La Regione trasferirà le quote di Serravalle a FNM e, nello stesso tempo, aumenterà il capitale di Pedemontana. Questo a seguito dell’approvazione in consiglio di un emendamento al bilancio presentato solo la sera prima del voto dall'assessore Caparini. Un’operazione fatta di nascosto, senza trasparenza: non si sa chi ha valutato il prezzo delle azioni e non si conoscono le nuove composizioni societarie.

montagna in svendita

Tra le pieghe del bilancio è passato un emendamento che riguarda il trasferimento di malghe e di alpeggi
Con un emendamento all'assestamento di bilancio approvato martedì dall'aula consiliare, la giunta lombarda ha deciso di sottrarre all'Ente regionale per i servizi all'agricoltura e alle foreste (Ersaf) 34 alpeggi che saranno gestiti dagli enti locali come meglio riterranno. Il rischio per queste aree che fino ad ora sono state protette è grave: il via libera alla caccia e lo sfruttamento indiscriminato del territorio. Una brutta pagina passata quasi sotto silenzio che rappresenta lo smembramento di un patrimonio regionale che fin qui era stato gestito all'insegna della tutela e della promozione dell’ambiente montano.
facebook twitter youtube instagram 

Gruppo Consiliare PD in Regione Lombardia

NOVITA'
settegiorniPD
n.registrazione: 627 del 5 novembre 2001
Direttore responsabile: Fabio Pizzul
Redazione: Maria Rosa Donadelli, Elena La Mura, Laura Piccioni,
Laura Sebastianutti, Stefano Tessera
www.pdregionelombardia.it