testata (1)
Numero 458 del 19 aprile 2019

L'Editoriale Oltre le fiamme, un nuovo sogno europeo

Le fiamme che hanno devastato Notre Dame ci hanno toccato nel profondo della nostra coscienza che, una volta tanto, si è sentita davvero europea. E’ la testimonianza di come non possiamo fare a meno dell’Europa e di come le prossime elezioni debbano essere l’occasione per ribadirlo, contro ogni miope tentazione di ritorno a nazionalismi suicidi.
In questi giorni si stanno definendo anche le candidature per i quasi mille comuni lombardi che andranno al voto: il PD è al fianco di tutti coloro che, anche con grandi sacrifici personali, si mettono a disposizione della propria comunità locale.
Guardiamo sempre più perplessi a quello che sta accadendo a Roma con un governo che si sta giorno dopo giorno dimostrando sempre più sordo alle istanze delle zone produttive del nostro Paese: la politica del governo Salvini-Di Maio è fatta di tanti sussidi e pochi investimenti e il sistema lombardo non può che pagare un prezzo molto pesante. La conferma dei tagli al trasporto pubblico locale e la prospettiva dell’aumento dell’Iva non fanno che confermare questa pessima tendenza. Qualcuno ci vuole far credere che il problema sia Bruxelles, ma i veri pericoli vengono da Roma.
Pasqua è festa di rinascita: ci auguriamo che, come ha dimostrato l’onda di commozione che ha seguito l’incendio di Parigi, possa davvero rinascere la voglia di ricostruire il sogno europeo.
Ci aspetta qualche giorno di riposo: vi auguriamo di poterlo passare in serenità e in compagnia delle persone a voi care.

nd-fiamme2

Cronici: mese dopo mese è sempre flop

Il modello della presa in carico non piace ai pazienti
A marzo 2019 meno di 225mila portatori di una patologia cronica hanno scelto di aderire alla “presa in carico” messa in campo dalla Regione sul finire della scorsa legislatura. I cronici sono oltre tre milioni e l’assessorato al welfare aveva annunciato che ne avrebbe curati in questo modo circa un terzo. Le cose non sono andate così, per la ritrosia dei medici di famiglia, ma non solo: anche per un’impostazione che si sta dimostrando sbagliata. Ecco qualche dato.

PER UNA LoMBARDIA SEnZA BARRIERE

Un piano regionale per rimuovere le barriere architettoniche entro il 2020 e garantire l'accessibilità per tutti
E' stata approvata all'unanimità, martedì pomeriggio, la mozione del PD che chiede alla giunta lombarda di predisporre un piano regionale per cancellare tutti gli ostacoli che impediscono alle persone di raggiungere la piena mobilità. Ecco quali sono i punti del documento approvato e il video dell'intervento in aula consiliare.

BUS E TRAM, LA MANNAIA ATTESA IN AUTUNNO

Ora lo dice anche la Regione, il taglio di 300 milioni è scellerato
L’aumento dell’Iva dal 22% al 25% a partire dal primo gennaio 2020, come ammesso dal ministro Tria, è solo l’ultimo segnale delle difficoltà finanziarie in cui ci sta portando questo Governo. Anche i leghisti come l’assessore Davide Caparini non possono più fare finta di nulla e lunedì sera, davanti alle commissioni bilancio di Camera e Senato, dove interveniva per conto di tutte le Regioni a commento del DEF, ha dovuto dire che il taglio programmato di 300 milioni sarebbe un grosso problema per il trasporto pubblico locale. Noi lo diciamo da mesi.

Disabilità: via libera al fondo unico

Approvata la risoluzione che istituisce la misura assieme alla presa in carico integrata
Il consiglio regionale ha approvato martedì, all’unanimità l’istituzione del Fondo unico per la disabilità e la presa in carico integrata. Viene riconosciuto così il diritto a una vita indipendente per le persone disabili e garantito il progetto a loro dedicato assieme a tutto il percorso di sostegno. Grazie a una richiesta del Pd, saranno coinvolte anche le organizzazioni di rappresentanza delle persone disabili.

GRAZIE AL PD RIPRISTINATA LA DOTE UNICA PER CHI HA PERSO IL LAVORO

Finalmente sanata la disparità di trattamento fra disoccupati
Grazie a una mozione del Pd, approvata all'unanimità il 19 marzo scorso, la Giunta regionale ha finalmente posto rimedio a un “furto” operato dal Governo a danno di chi ha perso il lavoro, reintroducendo la dote unica lavoro per i disoccupati in Naspi da più di quattro mesi a cui il Governo, con la legge sul Reddito di cittadinanza, ha tolto l'assegno di ricollocazione.

NAVIGAZIONE LAGHI: MEGLIO TARDI CHE MAI

Dopo 19 anni, anzi dopo 42, si apre forse uno spiraglio per la regionalizzazione
Con 64 voti favorevoli è stata votata all’unanimità martedì in Consiglio regionale una risoluzione che impegna la Giunta a sollecitare il Governo a realizzare il fatidico e tanto atteso passaggio della gestione del trasporto pubblico sui laghi alla Regione. Un passaggio fondamentale per la riduzione dei costi del trasporto pendolare e per il miglioramento del servizio.
facebook twitter youtube instagram

Gruppo Consiliare PD in Regione Lombardia

NOVITA'
settegiorniPD
n.registrazione: 627 del 5 novembre 2001
Direttore responsabile: Fabio Pizzul
Redazione: Maria Rosa Donadelli, Elena La Mura, Efrem Maestri,
Laura Sebastianutti, Stefano Tessera
www.pdregionelombardia.it