testata (1)
Numero 456 del 5 aprile 2019

L'Editoriale Una politica in stallo

La scusa delle imminenti elezioni, amministrative ed europee, potrebbe anche essere buona, ma non riesce a coprire una realtà che presenta una Giunta sostanzialmente ferma e un Consiglio regionale caduto in uno strano letargo primaverile. Poche sedute, pochissimi progetti di legge in commissione, completa assenza di prospettive che vadano al di là di proroghe, rinvii e atti dovuti.
Questa è la Lombardia che si appresta ad andare al rinnovo amministrativo di quasi 1000 comuni e che dovrebbe giocare un ruolo da protagonista nella decisiva consultazione elettorale per il nuovo Parlamento Europeo. Possiamo ormai parlare di un vero e proprio stallo politico. A Roma, per i reciproci veti tra Lega e 5 Stelle con un Presidente del Consiglio che pare ormai una sorta di mediatore alle prese con un matrimonio che sta per scoppiare e nel quale i coniugi non paiono avere nessuna intenzione di riconciliarsi. In Lombardia non c’è alcuna crisi coniugale, anche perché la regione pare una famiglia mono-genitoriale, con una Lega che fa il bello e il cattivo tempo.
Qualcuno l’ha definita “pax salviniana”, ma il fuoco potrebbe covare sotto la cenere, come dimostrano i casi di due città alle porte di Milano: a Legnano e Corsico la maggioranza di centrodestra si è sgretolata. Nella città del Carroccio sono in atto strane manovre per restare aggrappati al potere, con un prefetto che non decide e un difensore civico regionale “costretto” a un’inedita forzatura: ma il popolo non doveva essere sovrano?

Una seduta di Consiglio nella Giornata mondiale per la consapevolezza sull'autismo

pallonciniBlu

uNO SPIRAGLIO PER I Certificati di invalidità GRATUITI

Durante il question time in Consiglio abbiamo strappato un vero e proprio impegno a Regione Lombardia
Un accordo con i sindacati dei medici, come quello che a suo tempo è stato definito per ottenere la gratuità dei vaccini, è l’impegno che il gruppo del PD, martedì mattina, ha ottenuto dall’assessore Gallera, il quale ha risposto a una interrogazione in merito alle certificazioni di invalidità che per legge dovrebbero essere gratuite e che invece in Lombardia pagano ancora in molti.

SCONTRO TRA TRENI A INVERIGO, NON È STATO SOLO UN INCIDENTE

Errore umano sì, ma manca ancora il sistema di frenata automatica
La sera di giovedì 28 marzo, nella stazione di Inverigo, sulle Nord, due treni regionali si sono scontrati, per fortuna a bassa velocità, provocando molto spavento e qualche contuso tra i passeggeri. È stato errore umano, la svista di un macchinista su un segnale, ma anche errore di gestione: su quella tratta manca il sistema automatico di frenata che secondo i piani della Regione del 2016 doveva essere installato su tutte le linee entro giugno 2017. Arriverà, forse, a fine 2019, annuncia ora l’assessore Terzi, e le linee saranno tutte in sicurezza entro l’anno prossimo. Intanto a Pieve Emanuele, mercoledì 3 aprile, sono morti due operai proprio mentre montavano paratie di protezione.

Rifiuti: GLI incendi NON SONO fisiologici

L’assessore regionale all’Ambiente sottovaluta la gravità dei roghi nei depositi di stoccaggio. Non il Pd
Regione Lombardia, rispondendo in Aula a un’interrogazione del Pd, sostiene che 15-18 incendi all’anno in impianti di stoccaggio o trattamento di rifiuti, siano fisiologici. Ma noi siamo dell’opinione opposta e pensiamo, al contrario, che non lo siano assolutamente. È invece l’ora di interventi efficaci, applicando fino in fondo le misure che sono già state decise da tutto il consiglio regionale.

Fanghi Sì, MA SOLO A CERTE REGOLE

Si è concluso il lavoro del tavolo congiunto istituito per affrontare l'emergenza fanghi in Lombardia, fondamentale il contributo del Pd
Lunedì è stato approvato, nelle commissioni Agricoltura e Ambiente, un documento che contiene regole precise che saranno inviate al Governo, perché riveda il decreto del 92, ormai inadeguato per la gestione dell'emergenza che si è venuta a creare nella nostra regione, dopo la sentenza del Tar Lombardia che ha bloccato il riutilizzo dei fanghi prodotti dai depuratori come concime per fertilizzare i campi. Il nostro contributo è stato fondamentale, ecco perché.

Case popolari: LA CAMPAGNA DELLA REGIONE E IL VIAGGIO DEL PD

Azzerati i canoni over70, ma solo Aler. Alla faccia del PD che nel frattempo aggiunge un tassello durante il tour nei quartieri popolari: quello dell'autogestione
Come promesso in campagna elettorale e alla vigilia di quella nuova, per le europee e le amministrative, arriva l'azzeramento dei canoni per gli over70 con reddito sotto i 9mila euro, ma solo per gli inquilini delle case Aler e non per quelli del comune. Un atto discriminatorio, secondo Carmela Rozza che nel frattempo è andata a perlustrare un altro quartiere popolare nel milanese. Questa volta in zona Famagosta, in via Russoli, dove gli inquilini si autogestiscono, e in via Lope de Vega, dove l'autogestione non c'è più. Una bella differenza. Guardare per credere.

Riscossione coattiva: la regione recupera solo un quarto di quanto dovuto

Una beffa per i cittadini che pagano le tasse
Dopo l'abbandono di Equitalia e l'affidamento alla società di riscossione Publiservizi Srl, la Regione non riesce a recuperare più di un quarto delle tasse evase. Nel 2018, su 55,550 milioni di euro di riscossione coatta, ne ha recuperati solo 13,373, pari al 24%. Peggio aveva fatto nel 2017, quando il ritorno era stato del 17%, pari a 12,6 milioni su 72. Un’evidente beffa per i cittadini onesti che pagano regolarmente le tasse.

ALTA BRIANZA: SULLA VIABILITÀ È ORA DI INTERVENIRE

Novedratese e Pedemontana hanno bisogno urgente di essere sistemate e terminate
Questa settimana si è tenuta, in commissione Trasporti e infrastrutture, l’audizione con gli amministratori e le associazioni di categoria della provincia di Como sul tema della strada provinciale Novedratese, dopo l’incidente che ne ha sostanzialmente bloccato la viabilità. Ma la trafficata arteria è strettamente connessa al futuro dell’altro grande collegamento dell’alta Brianza: la Pedemontana.
facebook twitter youtube instagram

Gruppo Consiliare PD in Regione Lombardia

NOVITA'
settegiorniPD
n.registrazione: 627 del 5 novembre 2001
Direttore responsabile: Fabio Pizzul
Redazione: Maria Rosa Donadelli, Elena La Mura, Efrem Maestri,
Laura Sebastianutti, Stefano Tessera
www.pdregionelombardia.it