testata (1)
Numero 455 del 29 marzo 2019

L'Editoriale Ancora una volta?

E’ andata bene, ma l’immagine dei due treni che si sono scontrati a Inverigo, sulla linea Milano Asso, rischia di diventare l’icona dell’attuale situazione del trasporto ferroviario lombardo. Solo poche settimane fa, in una fredda e buia mattina di fine gennaio, a Pioltello si è sentito un coro unanime di “non dovrà accadere mai più”. Purtroppo è accaduto ancora e, per fortuna, non siamo qui a piangere conseguenze drammatiche.
Abbiamo chiesto che la Giunta regionale riferisca martedì in Consiglio su quanto è accaduto. Nessun processo o giudizio sommario, ma bisogna assolutamente capire perché e che cosa è successo. Lo dobbiamo agli 800.000 lombardi che ogni giorno utilizzano il treno.
Nei giorni scorsi, in Consiglio si è parlato (poco) di Europa e finalmente si è riconosciuto, anche da parte della maggioranza, come l’Europa sia l’unica prospettiva possibile per la Lombardia. La stessa Lega ha abbandonato la propaganda sovranista per entrare nel merito delle politiche comunitarie e delle loro conseguenze sulla regione. Le visioni sul futuro dell’Unione sono profondamente diverse, ma sentire che non se ne mette in discussione l’esistenza, di questi tempi, è già un successo.

L'Europa è la nostra unica prospettiva di sviluppo

uniti-europa-gruppo
Sottotitolo

RIFIUTI: LA LOMBARDIA VA A FUOCO

Ancora un incendio in un sito di stoccaggio. Un fenomeno che sta dilagando e va arginato
Ancora un incendio in un deposito di rifiuti. L’ennesimo in Lombardia. E la puzza di bruciato non è solo reale, ma anche metaforica. Cosa sta dietro questo fenomeno, ormai fin troppo diffuso nel nord Italia, è però intuibile. Una commissione d’inchiesta, appena insediatasi in Consiglio regionale, cercherà di fare luce. E in Parlamento il lavoro lo ha già portato avanti anche l’analoga commissione Ecomafie a guida Pd. Ma la situazione non va per nulla sottovalutata.

CASE POPOLARI: LA GIUNTA FONTANA IN TESTACODA

La retta a zero per gli over 70 è ancora un miraggio
L’azzeramento della retta per gli inquilini più anziani delle case popolari era stata una promessa di Fontana in campagna elettorale. Teoricamente sarebbe dovuta partire al primo di gennaio 2019 e, grazie a un emendamento del Pd, estesa anche alle case di proprietà comunale (la Regione aveva messo in delibera solo gli alloggi Aler). In tal senso si era espresso anche Fontana, il 2 gennaio. Giovedì abbiamo interpellato l’assessore Bolognini in commissione Casa: per ora nessun taglio e sulle case comunali c’è molta incertezza. Intanto procede il tour dei quartieri popolari: è la volta di Rozzano.

ANCHE I MEDICI SPECIALIZZANDI NELLE UNITÀ DI RACCOLTA

Una risoluzione del Consiglio per supportare le donazioni di sangue
E' stata approvata all’unanimità dal Consiglio regionale di martedì, una risoluzione per supportare e facilitare le donazioni di sangue. Oltre a offrire un sostegno all’Avis e alle altre associazioni attive nella donazione in Lombardia, il provvedimento si pone tra gli obiettivi un modo per supplire alla carenza di personale medico, grazie a un ordine del giorno del PD.

DISABILI, VOGLIAMO PARLARNE? IN CONSIGLIO LO FAREMO MARTEDÌ

Barriere, costo delle certificazioni e contributi per gli “ausili” al centro del dibattito
Martedì in Aula presenteremo una mozione per impegnare la Regione ad adottare entro l’anno il piano “2030 Lombardia senza barriere”, che riguarda edifici pubblici e privati, luoghi della cultura, il modo di concepire gli spazi urbani. Poi chiederemo conto di un problema segnalato da alcuni cittadini e che riguarda le certificazioni necessarie per accedere alle visite per ottenere l’invalidità civile: dovrebbero essere gratuite e invece vengono fatte pagare anche 150 euro. C’è un fatto positivo: avevamo segnalato un buco di sette mesi nei bandi per gli ausili e gli strumenti tecnologicamente avanzati per disabili o persone con disturbi dell’apprendimento. La Regione con una delibera approvata lunedì ha sanato il problema.

SPRECO ALIMENTARE, LA REGIONE LOMBARDIA CHE COSA FA?

Alla luce dei dati presentati alla Fao nella Giornata di prevenzione dello spreco alimentare, il PD chiede alla Regione Lombardia iniziative concrete

Ogni anno nel mondo viene perso o sprecato circa un terzo di tutto il cibo prodotto per il consumo umano e nell’Unione europea, ogni anno, si producono 88 milioni di tonnellate di rifiuti alimentari.
Lo spreco alimentare è costato all'Italia più di 15 miliardi di euro in un anno, lo 0.88% del Pil. Non è poco se si pensa che le istituzioni legiferano sul tema da molti anni. E la Regione Lombardia che cosa fa di concreto? Lo ha chiesto il gruppo del PD, presentando un'interrogazione all'assessore all'Agricoltura che sarà tenuto a rispondere in commissione consiliare.

UN CAMBIO DI ROTTA NELL'ARIA

Dopo anni di scandali, un primo passo verso la trasparenza. Il PD dice sì, ma a patto che siano garantiti i lavoratori
Approvata martedì in Consiglio regionale la legge che istituisce ARIA Spa, la società partecipata della Regione Lombardia che fonde Lombardia Informatica, Arca e Infrastrutture Lombarde. Grazie al PD, la nascita della nuova società sarà più trasparente e condivisa. Dopo anni passati tra opacità ed equivoci, che hanno anche purtroppo portato a scandali finiti nelle indagini della magistratura, la nuova società dovrà garantire maggiore efficienza, un impulso verso un’ulteriore centralizzazione degli acquisti e un sempre più puntale supporto alle gare degli enti locali.

Novedratese e Pedemontana: è l’ora suonata di un intervento definitivo di Regione Lombardia

Sottotitolo
Novedratese e Pedemontana hanno bisogno urgente di essere sistemate e terminate
facebook twitter youtube instagram

Gruppo Consiliare PD in Regione Lombardia

NOVITA'
settegiorniPD
n.registrazione: 627 del 5 novembre 2001
Direttore responsabile: Fabio Pizzul
Redazione: Maria Rosa Donadelli, Elena La Mura, Efrem Maestri,
Laura Sebastianutti, Stefano Tessera
www.pdregionelombardia.it