testata (1)
Numero 597 del 29 aprile 2022

L'Editoriale La rivoluzione del lavoro

Alla vigilia della festa dei lavoratori si torna a parlare di lavoro, ma sulla scorta del tristissimo elenco di morti che anche quest’anno non sembra avere fine. Tre morti al giorno. Un dato inaccettabile, assurdo: il lavoro, che è fattore di costruzione dell’identità personale, possibilità di costruire il futuro, fondamento delle nostre relazioni sociali, si trasforma in problema e minaccia per la vita di uomini e donne che chiedono solo di potersi costruire una vita migliore.
Il lavoro, da fondamento della nostra Repubblica, rischia di trasformarsi in una sorta di incubo.
Un incubo per molti, vessati e sottopagati, lavoratori poveri, a causa di salari che non riconoscono alcuna dignità e che trasformano il lavoro in sfruttamento.
Un incubo per troppi che, pressati da ritmi e scadenze, piombano in una sorta di girone infernale, dove il lavoro diventa merce sottopagata e priva di ogni criterio di sicurezza.
Un incubo per chi il lavoro non lo trova e si accontenta di qualsiasi attività, anche clandestina, per provare a riempire il vuoto di senso e di soldi che attanaglia la propria esistenza.
Il lavoro deve invece tornare ad essere un sogno.
Il sogno di realizzare se stessi costruendo il futuro proprio e degli altri che ci stanno accanto.
Il sogno di regalare ai nostri figli un mondo migliore di quello che ci è stato affidato.
Il sogno di vivere un pianeta in cui l’attività dell’uomo costruisce legami di vita e non semina la morte.
In un tempo in cui si pensa che la vittoria possa arrivare solo dalla guerra, recuperare la dignità e il valore del lavoro potrebbe essere la vera rivoluzione contemporanea.
Buon Primo Maggio!

1° maggio 2022 La Festa dei Lavoratori

primoMaggio22

BISOGNO DI UN ESAME? ATTENDERE, PREGO

Liste d’attesa sempre più lunghe, ma la Regione prende tempo. Ancora.
Nuova delibera, in settimana, della giunta Fontana Moratti per accorciare le liste di attesa. Un rotondo 'penultimatum' agli operatori della sanità privata, che da anni si sottraggono alla realizzazione dell’agenda unica per le prenotazioni di visite ed esami. Li aveva convinti ad adeguarsi, sosteneva Moratti nel novembre 2021, che dal 30 del mese sarebbe stata cosa fatta. Non lo era e non lo è. Pare che sia anche un problema di soldi. Da qui la nuova delibera che stanzia risorse per favorire il passaggio dei dati dal privato al sistema unico di prenotazione che partirà inderogabilmente entro… attendere, prego.

CHI VIAGGIA HA DIRITTO DI SAPERE

Il Pd chiede alla Regione di dare informazioni chiare sul trasporto pubblico locale
Il Pd, con un interrogazione che sarà discussa in consiglio regionale martedì prossimo durante il question time, chiede all’assessore Terzi di informare sullo stato di programmazione dei servizi di trasporto pubblico che devono essere potenziati alla luce delle nuove necessità degli utenti. Chiede, inoltre, di convocare, prima del cambio dell’orario estivo, le periodiche riunioni dei Quadranti ferroviari, negli ultimi anni sempre più diradate.

UN LAVORO SICURO

Sempre più morti e infortuni in Italia e in Lombardia. Con punte da record nella sanità. La Regione che fa?
La Giornata mondiale per la sicurezza sul lavoro ha sollevato il velo per l’ennesima volta su un fenomeno che in Italia, e in Lombardia in particolare, non si riesce a contenere. Secondo i dati dell’Inail i morti sul lavoro sono stati, a tutto marzo, 189, con la Lombardia che conta più 8 decessi rispetto al primo trimestre del 2021. E gli infortuni, a livello nazionale, hanno visto un aumento del 50 per cento, con punte nella sanità del 110 per cento. Regione Lombardia che fa? E, soprattutto, che fine ha fatto la legge regionale sulla Sicurezza del personale sanitario e sociosanitario, a quasi due anni dalla sua approvazione?

NESSUNO SPAZIO PER I MEDICI DI BASE NEI QUARTIERI ALER

Dalla Moratti sulla medicina territoriale solo annunci confusi
Ad oggi non c’è traccia delle sedi per medici di base negli edifici Aler di Milano. La vicepresidente Moratti, nella sua visita all’ambulatorio di piazza Selinunte, a Milano, ha parlato di potenziare la medicina territoriale nei quartieri popolari, ma non ha indicato nessuna sede a costo zero per i medici di base nei quartieri ad alto disagio sociale, come il Giambellino, dove i cittadini sono da tempo senza.

NON RASSEGNARSI ALLE EMERGENZE

La Cna segnala una tempesta perfetta sulle Pmi lombarde. Per il Pd va affrontata con la valorizzazione della rete economica diffusa
I dati dell’Osservatorio economico e sociale della Cna Lombardia segnalano una tempesta perfetta sulle Pmi della regione, dettata dall’onda lunga della pandemia, dalla guerra in Ucraina e dall’esplosione dei costi dell’energia. Per il Pd è necessario affrontarla con la valorizzazione della rete diffusa sociale ed economica, non rassegnandosi all'emergenza e non abituandosi allo scenario di guerra.

STRUTTURE PER DISABILI E FONDI STATALI: LA REGIONE CHIARISCA

Perché Regione Lombardia non ha trasferito l’intera somma del fondo di sostegno per le strutture semiresidenziali per persone con disabilità? Question time del Pd
Martedì prossimo, durante la seduta dedicata agli atti ispettivi, il gruppo del Pd chiederà alla giunta lombarda maggiori chiarimenti sui criteri di distribuzione del Fondo di sostegno per le strutture semiresidenziali che lo stato ha destinato alle regioni per assicurare alle persone con disabilità l’accesso ai servizi, nonostante le limitazioni e i condizionamenti imposti dalla pandemia. Si tratta di 6.680.000 euro di cui Regione Lombardia ha utilizzato solo il 67%, per quale motivo?

SOS SANTUARIO DELLA SASSELLA

Il Pd chiede alla Regione di valutare con i territori un progetto alternativo di riqualificazione della Statale 38 a Sondrio
Il gruppo regionale del Pd, con un’interrogazione condivisa con il segretario provinciale dem di Sondrio, chiede alla Regione di attivarsi da subito, coinvolgendo anche la provincia, per valutare, nell'ambito dei progetti viabilistici previsti per le Olimpiadi 2026, un progetto alternativo di accesso alla tangenziale di Sondrio che è già stato condiviso dal Comune, per tutelare paesaggio e ambiente nella zona del santuario della Sassella. Per farlo, si chiede di convocare subito il Collegio di vigilanza dell’Accordo di programma.
facebook twitter youtube instagram 

Gruppo Consiliare PD in Regione Lombardia

NOVITA'
settegiorniPD
n.registrazione: 627 del 5 novembre 2001
Direttore responsabile: Fabio Pizzul
Redazione: Marco Chiappa, Maria Rosa Donadelli, Elena La Mura, Laura Piccioni,
Laura Sebastianutti, Stefano Tessera
www.pdregionelombardia.it