testata (1)
Numero 486 del 29 novembre 2019

L'Editoriale Di alborelle, sardine e altri pesci

Il ritorno delle alborelle nel lago di Como, con grossi banchi avvistati nelle acque della zona settentrionale del Lario, è un’ottima notizia per l’ambiente e gli amanti del carpione.
La comparsa delle sardine, non nei laghi ma nelle piazza italiane, è una buona notizia per la democrazia. Ogni forma di partecipazione popolare è una boccata d’ossigeno per una società che rischia di soffocare tra individualismo e rancore.
In Lombardia si aggirano però anche altre specie ittiche, non certo così utili e gradevoli. Si tratta di pesci che crescono a dismisura e, voracissimi, mangiano senza tregua e limite qualsiasi cosa capiti a loro tiro. Arrivati, guarda caso, dall'est Europa, i siluri stanno devastando l’ecosistema di fiumi e laghi lombardi che non erano avvezzi a predatori di tali dimensioni e abitudini.
Il siluro credo possa essere la metafora di un modo di far politica che sta incontrando crescente fortuna in Italia e che ha la sua culla in Lombardia, patria dichiarata di un leghismo muscolare che strizza l’occhio al sovranismo dei paesi dell’Est, appunto. Siluri sono anche quelli che gli esponenti leghisti lanciano quotidianamente contro nemici scelti ad arte per scaricare responsabilità di malfunzionamenti e ritardi.
Il presidente Fontana che addita lo Stato come responsabile dei malfunzionamenti Trenord o la scientifica perseveranza nell'approvare norme contro Milano (dall'urbanistica ai trasporti) non sono che le ultime conferme di un atteggiamento di ricerca quotidiana di nemici e capri espiatori.
I pesci siluro lasciano il vuoto dietro di loro, sardine e alborelle fecondano un ecosistema plurale e capace di rigenerarsi. L’acqua, una volta di più, è metafora di vita.

1 dicembre La Giornata Mondiale contro l'Aids

red-913305_1920

TRENI: I PENDOLARI HANNO PERsO LA PAZIENZA

Prima manifestazione a Cadorna mentre RFI e Trenord si rimpallano le responsabilità
Nei piani di RFI ci sono cantieri per 289 km di binari per il trasporto ferroviario regionale lombardo entro il 2025, e questo è un fatto positivo, ma ancora non sappiamo quali sono le richieste della Regione per la gestione ordinaria della rete, che parte nel 2020. Secondo l’assessore Terzi e Trenord sarebbe proprio lo stato dell’infrastruttura a causare la gran parte dei disagi, ma RFI ribatte con numeri opposti. Chi ha ragione? La Regione è latitante e intanto i pendolari hanno organizzato la prima manifestazione sotto la sede di Trenord.

Contro la violenza sulle donne fare di più

La Regione investa in prevenzione, accoglienza e protezione
In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne il Pd chiede alla Regione di fare di più, di investire in prevenzione, accoglienza e protezione. Chiede, inoltre, di istituire, come proposto da tempo, un fondo destinato agli orfani dei femminicidi e attivare un fondo di solidarietà per coprire le spese di assistenza legale, che spesso le vittime non possono permettersi.

IL BLITZ DELLA LEGA CONTRO MILANO

Approvata una modifica sbagliata che mette in difficoltà tutto il trasporto pubblico locale
La seconda legge di semplificazione approvata martedì in aula senza il voto del PD, contiene una modifica della norma sul trasporto pubblico che trasforma gli assetti delle agenzie del trasporto pubblico locale, le cui quote non saranno più determinate dall'entità dei servizi offerti, ma dal numero degli abitanti. Con il pretesto di una maggiore rappresentatività del territorio si ridimensiona drasticamente l'autorità della città metropolitana che non deterrà più la maggioranza delle quote, nonostante offra più dell’80% dei servizi.

Più posti per i pazienti psichiatrici in Lombardia

Sono 400 i ricoveri fuori regione, uno spreco di risorse e un danno per le famiglie
In Lombardia i pazienti psichiatrici ricoverati in altre regioni, con oneri a carico del sistema sanitario lombardo per 50 milioni di euro l’anno, sono 400. Questo per un problema gestionale: le strutture ci sono, ma non sono contrattualizzate e questo genera gravi criticità. Per rimediare è necessario mettere a contratto almeno il 30 per cento dei posti per pazienti psichiatrici, già disponibili nella nostra regione.

Quasi impossibile organizzare viaggi no profit

Introdotto dalla Lega l’obbligo di rivolgersi a un’agenzia
D'ora in poi organizzare viaggi no profit sarà quasi impossibile. Martedì scorso, in Consiglio, è stato approvato dalla maggioranza un provvedimento che impone alle associazioni senza fine di lucro che organizzano più di due viaggi all'anno, di rivolgersi a un’agenzia di viaggio, con un aggravio dei costi che andrà a pesare su chi vi partecipa. La Lega non ha fatto nulla per bloccare il provvedimento, bocciando gli emendamenti che erano stati presentati dal Pd.

CASE POPOLARI, UN PO’ DI SEMPLIFICAZIONE GRAZIE AL PD

Accolte due nostre proposte per fare maggiore chiarezza sul reddito di cittadinanza e sui contratti temporanei scaduti
Il gruppo del PD è riuscito a far approvare nella seconda e assai contestata legge di semplificazione 2019, votata martedì scorso dall’aula consiliare, due ordini del giorno che dovrebbero fare un po’ di luce su questioni che riguardano l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica: il valore del reddito di cittadinanza nel calcolo Isee per le richieste di prestazioni agevolate e la giungla dei contratti transitori.

IN LOMBARDIA NASCE LA CONSULTA DELLE RELIGIONI

Approvata all'unanimità (e quasi in sordina) l'istituzione di una Consulta regionale per l’integrazione e la promozione del dialogo interreligioso
Vi ricordate l'ex chiesa dell’ospedale di Bergamo che era stata messa in vendita e poi ri-acquisita dalla Regione dopo che una comunità islamica si era aggiudicata il bando? Ebbene, quel luogo diventerà la sede dell'organismo di consultazione e confronto per l’integrazione e la promozione del dialogo interreligioso che è stato istituito nel primo articolo della legge di revisione normativa ordinamentale, votata in Consiglio regionale martedì scorso. Senza clamori di stampa e praticamente in sordina, ma per il PD resta comunque un atto significativo, soprattutto in questo momento...
facebook twitter youtube instagram

Gruppo Consiliare PD in Regione Lombardia

NOVITA'
settegiorniPD
n.registrazione: 627 del 5 novembre 2001
Direttore responsabile: Fabio Pizzul
Redazione: Maria Rosa Donadelli, Elena La Mura, Laura Piccioni,
Laura Sebastianutti, Stefano Tessera
www.pdregionelombardia.it