testata (1)
Numero 445 del 18 gennaio 2019

L'Editoriale Nuovo cinema gialloverde

A Roma qualcosa sembra sia cambiato davvero. Il centro nevralgico della produzione audiovisiva non è più Cinecittà e neppure la sede RAI di Saxa Rubra; il vero centro di produzione di fiction di vario genere è ormai situato nei palazzi del governo. Basti pensare al set cinematografico allestito per il rientro di Cesare Battisti o alla quotidiana gara tra ministri per mettere il faccione sui social.
Tra una ripresa e l’altra, si moltiplicano le polemiche tra i contraenti del contratto di governo: se quota 100 e reddito di cittadinanza paiono giungere in porto, sono molti i fronti aperti: dalle grandi opere a un’autonomia pronta a parole, ma complicata nei fatti.
Tensioni che riaffiorano anche in Consiglio regionale, con i 5 Stelle che si smarcano sulla TAV e le grandi opere in generale, ma si schierano compatti sul fronte dell’autonomia.
Per parte nostra, chiediamo chiarezza sulle infrastrutture, coraggio sul trasporto pubblico locale e continuiamo a dare credito al percorso sull’autonomia, ma siamo preoccupati per un governo che non pare guardare con grande attenzione alla Lombardia.
Ci ha raggiunti proprio nelle ultime ore anche la notizia della condanna del nostro ex capogruppo Luca Gaffuri nell'ambito del processo sulle spese irregolari dei gruppi tra il 2008 e il 2012. A Luca tutta la nostra stima e la nostra solidarietà. (La dichiarazione di Fabio Pizzul)

Sabato 19 gennaio: incontro con i quartieri popolari

19 gennaio, incontro con gli abitanti dei quartieri popolari
GRANDI OPERE: APPROVATA UNA NOSTRA MOZIONE PRO TAV
Favorevoli tutte le forze politiche, tranne il Movimento 5 Stelle

Approvata a larga maggioranza una nostra mozione che impegna la Regione a sollecitare il Governo a proseguire i lavori per la TAV. La mozione chiede anche di realizzare la Pedemontana lombarda, di definire investimenti per la messa in sicurezza della rete stradale, regionale e locale e di avviare i cantieri previsti nel contratto di programma RFI 2017-2021.
IL PD FA IL PIENONE PARLANDO DI TRASPORTI
La Regione invece fa melina sulla tariffa integrata

Ancora una fumata nera, martedì, in Consiglio sul biglietto unico: Lega e Forza Italia non sanno decidere, qui il commento di Pietro Bussolati. Sabato scorso, invece, non solo amministratori e politici, ma anche tantissimi pendolari erano presenti al 31esimo piano del Pirellone, al convegno organizzato dal PD per discutere del futuro del trasporto ferroviario lombardo.
CON I LAVORATORI DI HAMMOND, IPERDÌ E SUPERDÌ
Per le crisi industriali a rischio centinaia di posti di lavoro

Le crisi industriali in Lombardia non si fermano. Mentre continua la protesta dei lavoratori IperDì e SuperDì che non ricevono lo stipendio da agosto, a Marnate, nel varesotto, un’azienda metalmeccanica, la Hammond Power Solutions, ha deciso di chiudere e licenziare, a Natale, tutti i 40 dipendenti. Il Pd è al fianco dei lavoratori per scongiurare i licenziamenti.
OK ALLA RISOLUZIONE CONTRO GLI INCENDI DI RIFIUTI
L’atto prende spunto dalle buone pratiche della Prefettura di Pavia

Il Consiglio regionale ha approvato la risoluzione "Interventi per la prevenzione e il contrasto di illeciti nelle attività di stoccaggio, recupero e smaltimento rifiuti” che prende spunto dalle buone pratiche applicate in provincia di Pavia e in particolare dal nuovo Prefetto, a partire da gennaio 2018, relativamente al fenomeno degli incendi nei siti di stoccaggio di rifiuti..
VIA LA PAROLA “RAZZA” DAI REFERTI MEDICI
Il Pd scrive a Gallera: la cancelli subito da tutti i moduli

Nei referti medici di diverse Asst, oltre ai dati anagrafici, altezza e peso compare la parola “razza”. A seguito di numerose segnalazioni, abbiamo immediatamente chiesto all’assessore Gallera di modificare tutti i moduli. Il problema si era già verificato in altre Regioni, quali Veneto e Toscana, che però avevano subito rimediato. Qui, fino alla nostra denuncia, nessuno se ne era accorto.
BOLLO AUTO: LA REGIONE SEMPLIFICHI LA VITA AI CITTADINI
La promessa della giunta arriva in risposta al question time del Pd

La Regione potenzierà l’assistenza, anche attraversi i propri sportelli, ai cittadini che intendono fare la domiciliazione del bollo auto e riconosce i problemi relativi alla complessità della procedura prevista dalla Regione: avvisi che arrivano in ritardo e riscontri che non arrivano proprio. Lo ha ammesso l'assessore Caparini rispondendo martedì, in aula, a una interrogazione del PD.
facebook twitter youtube instagram

Gruppo Consiliare PD in Regione Lombardia

NOVITA'
settegiorniPD
n.registrazione: 627 del 5 novembre 2001
Direttore responsabile: Fabio Pizzul
Redazione: Maria Rosa Donadelli, Elena La Mura, Efrem Maestri,
Laura Sebastianutti, Stefano Tessera, Valeria Vercelloni
www.pdregionelombardia.it