TRENI, I SINDACI SOTTO AL PIRELLONE PER DIRE CHE COSÌ NON VA

In settimana consiglio suo treni, presidio dei sindaci e incontro Fontana Toninelli

Durante l'ennesima settimana di passione per i pendolari il Consiglio regionale si è finalmente riunito per affrontare il tema dei disagi ferroviari. La seduta doveva servire per permettere ai consiglieri di conoscere le intenzioni della giunta Fontana sul futuro di Trenord e dei treni lombardi, ma il lungo tergiversare di Palazzo Lombardia evidentemente aveva un significato: un piano vero di rilancio non c'è, se non la sostituzione di alcune corse, il 5% del totale, con dei bus, per ridurre il traffico in linea e i turni di treni e personale.

Tutto ciò a partire da dicembre, anche se su alcune linee la novità è già stata anticipata. L'unica cosa davvero chiara, per la maggioranza lega-forzista è che la colpa di tutti i disagi è il disinteresse di Trenitalia che non ha investito su Trenord. Anzi, deve intervenire ora, dicono oggi, facendo indispettire il ministro Toninelli e i grillini nostrani. Alla fine il Consiglio ha votato una risoluzione che prevede di estendere per altri sei anni, dal 2020 al 2026, il contratto di servizio a Trenord. Il PD ha provato a cambiare la risoluzione proponendo, al contrario, la messa a gara del servizio, almeno di una parte, dal 2020, ma Lega, Forza Italia e anche il M5S hanno votato contro. Intanto i disagi continuano e numerosi sindaci del Pd e del centrosinistra, martedì mattina, hanno tenuto un presidio sotto Palazzo Pirelli per manifestare la loro preoccupazione per le condizioni del servizio e per dire no al taglio delle corse e alla sostituzione con i bus. L'uso del treno, in un territorio così incline alla concentrazione di inquinanti, non va certo ridotto o disincentivato. Mercoledì è stata la volta dell'incontro al ministero tra il presidente Fontana, l'assessore ai trasporti Claudia Terzi e il ministro Toninelli. Un incontro, per stare in tema, iniziato con grande ritardo e poi finito con l'annuncio di "un'agenda comune" di interventi che sarà svelata, di volta in volta, a partire dal mese di febbraio. Per sentire una formula tanto fumosa dovevamo attendere il governo del cambiamento...

LA RISOLUZIONE DELLA MAGGIORANZA

LA CONTRORISOLUZIONE DEL PD

non un treno di meno, volantino

 

I VIDEO DEL VOLANTINAGGIO, DEL PRESIDIO E DELLA DIRETTA
E GLI INTERVENTI IN AULA CONSILIARE